Prestiti imprese, Losacco (Pd): “Banche non vanifichino sforzi Stato”

9

alberto losacco

BARI – “I dati emersi stamane in Commissione Banche dicono che diversi Istituti bancari sono chiamati a un radicale cambio di passo nella gestione delle domande di prestito da parte dei professionisti e delle imprese.

Parliamo di finanziamenti che lo Stato garantisce al 100%, che non richiedono valutazione del merito creditizio.

Le lungaggini burocratiche, le istruttorie senza fine, alcuni tassi d’interesse applicati non sono giustificabili.

Da parte del Governo c’è uno sforzo senza precedenti che non può essere vanificato in questo modo.

Grazie al contributo in Parlamento dei deputati del Partito Democratico, nel decreto liquidità sono stati modificati i termini per i prestiti alle imprese, portandoli da 25mila a 30mila euro per quelli garantiti al 100% dallo Stato e con un tempo di restituzione che passa da 6 a 10 anni.

E’ stato poi portato a 30 anni il periodo per la restituzione dei finanziamenti accordati alle imprese fino a 3,2 milioni di euro di fatturato nel 2019, che potranno chiedere il finanziamento fino al 25%, con la copertura delle garanzie pubbliche fino all’ 80% e con il 20% di copertura Confidi.

È sicuramente una buona notizia per le imprese, ma le banche adesso facciano fino in fondo la loro parte per per quel tessuto produttivo la cui tutela dovrebbe essere sempre al centro del loro interesse e della loro azione.”