Presentata la Guida turistica “Conversano Città d’Arte”

11

E’ la prima Guida turistica promossa dal Comune di Conversano

CONVERSANO – Nel “Borgo in Fiore” di Conversano, il week-end dedicato ai libri ha visto, fra le tante iniziative in calendario, la presentazione di due pubblicazioni dedicate a Conversano: la collana di libri illustrati per bambini “Di sguardo in sguardo”, con l’ultimo volume “C’è di strano a Conversano”, a cura dell’associazione Hamlin, e la guida turistica “Conversano Città d’Arte” di Adda Editore.
“Finalmente Conversano ha la sua guida turistica, la prima a carattere istituzionale” ha evidenziato il Sindaco Giuseppe Lovascio, nel presentare il progetto. “Abbiamo colmato una lacuna per una città come la nostra votata all’arte, alla cultura e che continua a crescere come attrattore turistico”.
La presentazione si è svolta ieri sera, 19 maggio, presso la Sala Convegni del Convento di San Benedetto, alla presenza dei partner del progetto editoriale: dall’editore Giacomo Adda di Adda Editore, agli autori Antonio Fanizzi, noto storico e studioso di Conversano, e la giornalista Rossana Paolillo che ha supportato il lavoro di stesura dei testi.
Katia Sportelli, Assessore a Cultura, Turismo e Spettacoli del Comune di Conversano ha sottolineato: “Come Amministrazione Comunale stiamo lavorando sul fronte turistico e culturale della città e in questa visione si inserisce il progetto della Guida che consentirà a turisti e appassionati del territorio di scoprire una Conversano ricchissima in storia, cultura, monumenti, itinerari e proposte culturali. Un progetto che abbiamo affidato con fiducia ad un team variegato di professionisti”.
Una guida che è un insieme di informazioni storiche, più e meno note, su Conversano e i suoi protagonisti del passato, ma che è anche una raccolta minuziosa dedicata ai luoghi da visitare, agli itinerari cittadini e rupestri da percorrere, agli eventi della tradizione da non perdere e per finire ai suoi sapori.
“Un’operazione verità, – l’ha definita l’autore Antonio Fanizziperché a volte le leggende vengono spacciate per verità; è vero che anche le leggende, come quelle che aleggiano attorno alla figura del Conte Acquaviva d’Aragona hanno la loro funzione, ma nostro compito deve essere ricercare la verità attraverso lo studio dei testi già pubblicati, leggendo documenti ed epigrafi e osservando le architetture e tutto ciò che ci circonda. Ho lavorato per 40 anni in Biblioteca, prima nella biblioteca De Gemmis, specializzata in storia della Puglia, e poi nella biblioteca della Fondazione Dioguardi, quindi è una vita che mi circondo di libri e ai testi mi affido”.
La giornalista Rossana Paolillo, che ha affiancato Fanizzi nel lavoro di scrittura, nel suo intervento ha posto l’attenzione sul valore del progetto editoriale “per far crescere e consolidare Conversano come città dell’arte e della cultura”. “Una città che ho prima conosciuto per impegni professionali, non essendo conversanese, – ha detto – e che ho poi scoperto davvero, rimanendo incantata dalla sua vivacità culturale e dalle bellezze monumentali e artistiche che si scorgono ad ogni angolo. E’ stato per me davvero un grande onore aver affiancato Fanizzi nella redazione della Guida e ringrazio per questo l’Amministrazione comunale e l’editore per la fiducia”.
Un progetto davvero ampio quello della Guida di Conversano, pronta alla stampa in doppia lingua (italiano e inglese), supportato sul fronte fotografico dagli scatti del fotografo Mimmo D’Onghia e dalle immagini fornite dall’agenzia MarkerADV, partner del Comune di Conversano per la comunicazione e il marketing turistico.
Tante professionalità coese in un progetto di valore: una Guida per i turisti che desiderano conoscere la città ma anche per i tanti conversanesi desiderosi di ri-scoprire una “Conversano Città d’Arte” pronta a svelare tutta la sua bellezza.