Polistirolo, lattine e plastica raccolti alla Lega Navale di Barletta

18

la via della felicità barletta

Continuano gli interventi di raccolta rifiuti dei volontari de La Via della Felicità

BARLETTA – Basta fare una passeggiata lungo una spiaggia per trovare ogni volta nuovi rifiuti portati dal mare o abbandonati lungo le litoranee e, tra questi, spicca sempre più la plastica. Anche il polistirolo è spesso presente ed è uno dei componenti più comuni sia in mare che spiaggiato lungo le coste, dove si mischia alla sabbia, penetra nei sassi e nelle fenditure degli scogli.

Il polistirolo non è solo un materiale molto usato per molti tipi di imballaggi e isolanti, ma è anche molto utilizzato in mare e nei porti commerciali e turistici, nell’acquacoltura, nella pesca e nelle attività ricreative marine. Purtroppo, il polistirolo espanso non si biodegrada mai completamente e può rappresentare una grave minaccia per la vita marina, dato che si sgretola in migliaia di frammenti che pesci ed altri animali scambiano per cibo.

Domenica mattina i volontari de La Via della Felicità si sono recati presso la Lega Navale di Barletta dove hanno raccolto lattine, cartacce, mozziconi, oggetti di plastica e anche dei blocchi di polistirolo.

I volontari hanno raccolto 7 sacchi di immondizia grandi nel giro di qualche ora. I volontari non demordono e continuano a prendersi cura dell’ambiente e a creare maggiore consapevolezza nella cittadinanza.

La Via della Felicità prende il suo nome dall’omonima guida al buon senso per una vita migliore, scritta dal filoso L. Ron Hubbard, che al capitolo 12 suggerisce “Aiuta Ad Aver Cura del Pianeta”. Molti cittadini hanno accolto questo consiglio e alcuni hanno avviato nuove iniziative anche in altre città pugliesi.