Il Pd di Novoli risponde alle dichiarazioni del consigliere Federico Sozzo

68

La nota della segreteria del partito

logo pdNOVOLI (LE) – “In merito alle ultime esternazioni del consigliere Federico Sozzo ci teniamo a sottolineare – e forse questa cosa potrà dar fastidio – che la segreteria del Partito Democratico di Novoli non è mai stata distante né mai si è disinteressata alle questioni che riguardano la Fondazione della Fòcara. Non lo ha mai fatto, né mai lo farà, perché siamo consapevoli dell’importanza che questa manifestazione riveste per la città, in termini di visibilità e di ritorno economico“.

Si legge così in una nota del Pd di Novoli, che prosegue: “Quello messo in atto dal consigliere, dunque, rappresenta il maldestro tentativo di gettare fango sull’operato di un Partito e il più riuscito sforzo di mette in evidenza il livello superficiale di questa minoranza consiliare. Ma si sa, c’è chi attacca solo per avere un minimo di visibilità e chi lavora – lontano dai riflettori – per il bene della città e della comunità. La segreteria cittadina del Partito democratico e il suo rappresentante in seno al Consiglio comunale, Marco De Luca, fanno parte della seconda categoria. Non solo. A Federico Sozzo ricordiamo anche che, mentre lui risponde solo a sé stesso, i suo collega del PD ha il dovere di rispettare i tempi della burocrazia così come di mantener fede agli impegni assunti e di rispondere a un partito e a un gruppo dirigente.

Ciò detto, tutti hanno il diritto di criticare. Ma se questo vuol dire prendere le distanze da un gruppo consiliare allora è meglio mettere subito in chiaro le cose. Ecco perché, questa azione intrapresa dall’esponente della civica Cambia Novoli, provocherà una spaccatura dell’opposizione in quanto il Consigliere De Luca chiederà formalmente e con il totale appoggio della segreteria cittadina di fare gruppo a sé in Consiglio comunale.

Al consigliere Sozzo giungano, dunque, i nostri auguri di buon lavoro per un’opposizione che condurrà in solitaria, così come probabilmente auspicava da tempo. Il Pd comprende e conosce bene le dinamiche di chi vuole coltivarsi da solo il suo orticello, di chi usa quel comportamento tipico di una sinistra antagonista, disfattista, sospettosa e autoreferenziale. Noi però siamo altro“.