Il Partito Democratico di Modugno circa la vicenda Newo

73

logo pd

Il sindaco di Bari Antonio Decaro: “Chiediamo di dar corso celermente all’annullamento delle autorizzazioni concesse a Newo”

MODUGNO (BA) – Il PD di Modugno e il gruppo consiliare PD accolgono con soddisfazione la dichiarazione del Sindaco di Bari Antonio Decaro che ha comunicato l’intenzione del Direttore del Dipartimento rifiuti della Regione Puglia, Barbara Valenzano, di valutare l’annullamento in autotutela della autorizzazione rilasciata alla Newo per la realizzazione di un inceneritore nell’area industriale di Bari-Modugno.
G

ià a dicembre scorso il Sindaco Decaro, in una nota inviata al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, aveva manifestato la sua contrarietà circa la realizzazione di un impianto di coincenerimento la cui realizzazione risulterebbe confliggente con gli indirizzi sottointesi al piano regionale dei rifiuti e con gli sforzi delle amministrazioni locali circa l’ampliamento della raccolta differenziata e il potenziamento delle attività di recupero.

Chiediamo ora – ha dichiarato in merito il Sindaco Decaro – di dar corso celermente all’annullamento delle autorizzazioni concesse, così come preannunciato. Voglio dirlo con chiarezza ed una volta di più: l’Amiu non metterà mai a disposizione i rifiuti del territorio“.

L’impianto non aveva e non ha motivo d’esserci – ha aggiunto Decaro – e infatti il piano regionale dei rifiuti non lo prevede. La nota della Regione conferma il consolidamento di una volontà comune da parte di tutte le istituzioni del territorio nella direzione di non procedere alla realizzazione di questo impianto. Pare poi, che lo stesso, sia stato progettato in funzione di un cospicuo finanziamento pubblico. Ora chiediamo alla Regione di chiarire subito che non ci sarà alcun finanziamento e procedere poi celermente al ritiro di tutte le autorizzazioni in modo da chiudere questa spiacevole vicenda una volta per tutte“.

Riteniamo, in conclusione, che la vicenda Newo possa concludersi presto positivamente per le comunità interessate, scongiurando l’ennesimo rischio di un impianto potenzialmente inquinante in un territorio ad alta criticità per la presenza di numerosi altri impianti considerati nocivi per la salute dei cittadini. L’auspicio è che il cc monotematico aperto, chiesto a Modugno dalla minoranza, possa confermare l’indirizzo di contrarietà all’impianto e possa condividerlo con tutte le municipalità interessate a promuovere la strategia dei rifiuti zero.