Orsara di Puglia, turismo lento con l’escursione dal “Vivaio forestale ai prati del Demanio”

7

Domenica 27 giugno il percorso naturalistico per scoprire le bellezze ambientali del territorio

locandinaORSARA DI PUGLIA (FG)- Un’escursione naturalistica per valorizzare il turismo lento, per esplorare il patrimonio ambientale più da vicino, per vivere una giornata a stretto contatto con la natura. L’Estate Green promossa dal Comune di Orsara di Puglia prosegue con un nuovo appuntamento, questa volta in collaborazione con la cooperativa sociale Ortovolante che coniuga i temi dell’agricoltura sociale e dell’ambiente con quelli dell’inclusione socio-lavorativa di persone con disagi diversi. Il percorso che va dal “Vivaio forestale ai prati del Demanio” è quindi un’occasione per immergersi nella natura che circonda questa parte dei Monti Dauni e per vivere un turismo esperienziale riassaporando il contatto con la terra, le piante, gli alberi, la fauna. L’iniziativa si svolgerà domenica 27 giugno 2021 con partenza alle ore 9.00 dal Vivaio Forestale nel Bosco dell’Acquara di Orsara di Puglia. Si tratta di una camminata con difficolta bassa, adatta anche ai bambini, che prevede un percorso di circa 4 km tra andata e ritorno.

La camminata nel Bosco Acquara si svolgerà in compagnia di Francesco De Pasquale e Michele De Pasquale, guide ambientali naturalistiche, che accompagneranno i visitatori lungo il sentiero, facendo scoprire il patrimonio verde immerso nel territorio di Orsara di Puglia. Al termine dell’escursione gli adulti parteciperanno ad un reading sulla filosofia del camminare, mentre i più piccoli potranno seguire un reading nel bosco con gli operatori di Ortovolante. Alle ore 12.15, infine, è prevista una degustazione, con assaggi di bruschette con olio Volìò, l’olio extravergine d’oliva dal gusto dell’inclusione sociale e lavorativa realizzato da Ortovolante con il coinvolgimento di persone con disagio psichico.

Per avere informazioni sui costi e prenotare è possibile chiamare al 320.8676367. I bambini sotto i 14 anni non pagano.