“Optaphi”, il progetto europeo dedicato alla fotonica e alla sensoristica avanzata

20

banner horizon 2020

Dottorato di ricerca. Finanziato e riservato a giovani laureati vede il pieno coinvolgimento del Politecnico di Bari e dell’Università di Bari “Aldo Moro”

BARI – La fotonica e la sensoristica avanzata, con inevitabili risvolti e applicazioni nei campi delle telecomunicazioni ottiche, della bio-fotonica e dello sviluppo di materiali innovativi saranno oggetto di studio di un apposito e avanzato progetto di ricerca europeo congiunto.
OPTAPHI, questo è il nome, è un progetto di dottorato di ricerca ed è finanziato dal programma di ricerca “Horizon 2020 – Marie Skłodowska-Curie”. Come si ricorderà, i progetti “Marie Skłodowska-Curie” costituiscono uno dei programmi di finanziamento più competitivi nel programma quadro Horizon 2020 e ad oggi, il progetto OPTAPHI è l’unico progetto, “Marie Skłodowska-Curie”, tra quelli finanziati nel 2019, in cui figurano università del sud Italia.

Dei quattordici dottorati di ricerca previsti e finanziati dal progetto, otto coinvolgeranno i futuri dottorandi del Politecnico di Bari e dell’Università di Bari “Aldo Moro” (quattro per parte).

Gli studenti di dottorato, selezionati da apposito bando, progetteranno e svilupperanno sensori ottici avanzati con applicazioni nei settori del rilevamento ambientale, dell’agroalimentare e del monitoraggio di processi industriali, settori chiave questi, per lo sviluppo futuro di una società moderna.

Il progetto mira infatti, a rendere i sensori compatti ed a basso impatto energetico da poter essere montati su drone, aprendo nuove frontiere di indagine in ambito industriale, ambientale e di sicurezza.

Il bando. Per poter partecipare è necessario essere in possesso di laurea specialistica nelle discipline Fisico-Chimico-Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni.

Ogni studente selezionato intraprenderà un innovativo programma di ricerca condiviso tra due università partner, permettendogli di conseguire un dottorato di ricerca valido in entrambe le sedi. Le attività di ricerca e formazione comprenderanno estesi periodi di ricerca presso industrie selezionate, seminari e partecipazione a scuole estive e congressi internazionali. Lo stipendio mensile previsto per ogni studente supera i 3000 euro.

Le università coinvolte nel progetto, OPTAPHI sono: Cork Institute of Technology (Irlanda), coordinatore, Politecnico di Bari (Italia), Università degli Studi di Bari, “Aldo Moro” (Italia), Technical University di Vienna (Austria), Università di Montpellier (Francia).

Tutte le informazioni per poter partecipare alle procedure di selezione sono contenute nel sito web del progetto www.optaphi.eu.

Aver ricevuto questo tipo di finanziamenti – sostengono i proff. Spagnolo Vincenzo e Marco Grande, coordinatori del progetto, OPTAPHI per gli atenei di Bari del Politecnico e dell’Università “Aldo Moro” – ci consentirà di attrarre anche giovani brillanti dall’estero e creare un contesto di ricerca internazionale, in sinergia con le principali aziende europee operanti nel campo della fotonica e sensoristica ottica“.