A Novoli, una mostra di costumi popolani della Puglia e del Friuli

gianni mazzoccoli

La mostra è intitolata “La memoria diviene presenza”

NOVOLI (LE) – Domenica 14 gennaio, alle ore 19, alla Bottega delle Arti, in piazza Regina Margherita a Novoli, verrà inaugurata “La memoria diviene presenza”, una mostra di costumi popolani della Puglia e del Friuli Venezia-Giulia curata da Gianni Mazzoccoli.
All’iniziativa – organizzata dalla Presidenza del Consiglio comunale di Novoli in collaborazione con le associazioni di promozione sociale I Binari della Tradizione e Nova LiberArs – prenderanno parte il sindaco di Novoli, Gianmaria Greco, l’assessore alla Cultura del Comune di Novoli, Chiara Madaro, il presidente del Consiglio comunale Giovanni De Luca, il presidente dell’associazione I Binari del Territorio, Antonio Soleti, il presidente di Nova LiberArs, Emanuela Rucco e lo scultore Gianni Mazzoccoli.
Madrina dell’evento sarà Stefania Lacriola.

Gianni Mazzoccoli, salentino, vive ed opera a Lecce. Artista versatile e poliedrico, con personale estro creativo, realizza sculture dettate dalle proprie emozioni e suggerisce la forma senza definirla con un “non finito” in contrasto tra informa-forma, idea-materia.
L’artista, con la verve che lo pervade, opera anche in campo della cartapesta, con la quale, oltre all’arte presepiale riproduce con estrema precisione e meticolosità statuine militari.
La mostra resterà aperta fino al 21 gennaio, secondo i seguenti orari: dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20.30.