Noci, emergenza Coronavirus: emessa Ordinanza che regola gli orari degli esercizi

28

aree a rischio erosione costiera in puglia

Disposte le regole per il distanziamento sociale

NOCI (BA) – È già in vigore da questa sera l’Ordinanza n. 56 del 29.05.2020, contenente misure necessarie a contrastare assembramenti di persone, contenere la diffusione del contagio da Covid-19 e tutelare la salute pubblica.

Con questa ordinanza si vanno a disciplinare gli orari di esercizio delle attività e di vendita in alcune aree delimitate del territorio urbano.

Pertanto, fino al 14 giugno 2020, in tutto il territorio comunale gli orari di apertura e chiusura dei pubblici esercizi sono disciplinati come di seguito riportato:
• dal lunedì al giovedì apertura antimeridiana alle ore 04:00 e chiusura serale alle ore 01:00;
• nei giorni venerdì, sabato e domenica apertura antimeridiana alle ore 04:00 e chiusura serale alle ore 02:00.

Tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, tutte le attività artigianali che espongono e/o vendono bevande alcoliche e superalcoliche (comprese quelle artigiane di prodotti alimentari di propria produzione, incluse quelle che effettuano la vendita per il consumo immediato all’interno dei locali) devono sospendere l’attività di vendita per asporto di qualsiasi bevanda in bottiglia/contenitori di vetro, a partire dalle ore 16.00 e fino alle ore 06.00.

Gli apparecchi automatici ubicati in apposito locale adibito in modo esclusivo alla vendita devono essere configurati in modo che sia inibita la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in bottiglie di vetro dalle ore 16.00 alle ore 24.00, fermo restando il divieto di vendita dalle ore 24.00 alle ore 06.00 disposto dal comma 2 bis dell’articolo 6 del Decreto Legge 117/2007 convertito nella Legge 160/2007.

Tutte le attività che vendono alcolici e superalcolici per la consumazione nei pressi del locale devono dotarsi di idonei contenitori per la raccolta dei bicchieri in plastica, che dovranno con regolarità essere svuotati per consentire l’utilizzo costante da parte degli avventori. 5. Dalle ore 16.00 alle ore 06.00 del giorno successivo è vietato detenere e bere bevande alcoliche e superalcoliche per strada contenute in da bottiglie/contenitori in vetro.

Fino al 14 giugno, inoltre, nelle strade, piazze e luoghi antistanti i pubblici esercizi e attività di somministrazione di alimenti e bevande, tutti i cittadini devono indossare la mascherina in maniera da coprire completamente tutte le vie aeree (bocca e naso), fatta eccezione nel mentre in cui si effettua la degustazione dei cibi e delle bevande: in tale circostanza dovrà essere comunque garantito il distanziamento sociale di almeno 1 mt.

Tutte le attività devono essere esercitate nel rispetto delle norme e prescrizioni in materia igienico-sanitaria, dei protocolli, Linee guida nazionali e delle “Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive” e dell’Ordinanza Regionale n. 237 del 17/05/2020 “D.P.C.M. 17 maggio 2020 – Riapertura delle attività economiche e produttive” e n. 243 “D.P.C.M. 17 maggio 2020 aggiornamento ed integrazione Linee guida regionali sulle attività economiche e produttive di cui all’Ordinanza del Presidente della Regione Puglia 17 maggio 2020 n. 237. Riapertura attività corsistiche, parchi divertimento”, del 24/05/2020.

La violazione della presente Ordinanza è punita ai sensi dell’art. 4 del Decreto-Legge 25 marzo 2020, n. 19 con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma che va da euro 400,00 ad euro 3.000,00 ovvero in forma aggravata ricorrendone i presupposti, e con le sanzioni accessorie ivi previste, fatta salva l’applicazione delle sanzioni di cui all’art. 6, comma 3, del Decreto-Legge 117/2007, convertito nella Legge 160/2007. È comunque fatta salva l’applicazione delle ulteriori sanzioni previste da disposizioni legislative o regolamentari.