Noci, donazione in memoria dei coniugi D’Aprile alla Biblioteca Comunale

layout invito d'aprile

Sarà inaugurata domenica 11 agosto alle 20.00 la nuova sala Cappuccini

NOCI (BA) – Domenica 11 agosto, alle ore 20.00, presso la Biblioteca comunale “Mons. Anastasio Amatulli” di Noci, si inaugurerà la sala Cappuccini, restituita alla fruizione degli utenti della Biblioteca grazie a un munifico atto di liberalità.

Carrying forward the connection to Noci (portando avanti il legame con Noci). Per consolidare il legame con Noci e in memoria di Donato D’Aprile (1927-2017) e Gabriella Putignano (1928-2017), i parenti residenti negli Stati Uniti, supportati dai quattro figli dei predetti coniugi, hanno deciso di fare una donazione alla comunità nocese e, nello specifico, alla Biblioteca comunale “Mons. A. Amatulli”, consistente nell’arredamento del salone a piano terra, già refettorio dell’antico convento dei Cappuccini.

La donazione mira a creare un ambiente confortevole, funzionale, stimolante e duttile dove i fruitori, specialmente i giovani, possano non solo studiare ma anche socializzare e svolgere attività in piccoli gruppi, potendo nel contempo connettersi con realtà operanti fuori del contesto comunale e nazionale.

«La realizzazione della Biblioteca comunale, nel sentire comune e nel suo intimo, è tra le opere delle quali Donato D’Aprile, sindaco di Noci dal 1965 al 1969, andava maggiormente fiero, sicuro di aver consegnato a tutti i membri della sua comunità un servizio indispensabile e duraturo» spiega il Direttore della biblioteca, Giuseppe Basile. Si rinnova e si consolida, pertanto, con questa donazione un servizio avviato il 23 luglio 1967 con l’inaugurazione della Biblioteca. In quell’occasione D’Aprile, nel discorso ufficiale, dichiarò, tra l’altro: “Sento che questa è un’opera bella, grandiosa, che proietta nell’avvenire nostro e dei nostri figli la luce di ieri, la luce di sempre, il conforto del sapere”.

«A pochi giorni dalla riapertura del laboratorio urbano di Noci grazie all’accordo quadro stipulato con l’Università degli Studi “A. Moro” di Bari al fine di ospitarvi una sede del BaLab, questo sabato restituiamo ai giovani un altro spazio – dichiara il Sindaco Domenico Nisi. – Questa donazione, che ci ha consentito di attrezzare una sala molto bella e inutilizzata a piano terra della Biblioteca, è un primo tassello verso la realizzazione di un progetto più ampio: quello di creare un nuovo spazio di incontro, di studio, di condivisione, destinato soprattutto ai più giovani. Come accennavo in occasione dell’incontro pubblico semestrale con i cittadini, l’idea è quella di creare un nuovo spazio aperto, che metta in connessione l’ingresso della biblioteca con la strada, creando un nuova piazzetta direttamente collegata con questa sala. L’obiettivo è anche quello di rendere fruibili questi spazi anche in orario serale, quando in genere la biblioteca è chiusa. Le potenzialità di utilizzo sono immense. Stiamo operando nel rispetto di quanto previsto dalla linee programmatiche, mettendo piccoli passi verso la realizzazione di un polo multifunzionale, che comprenda la Biblioteca, il Museo dei Ragazzi con l’anfiteatro ed il centro per la Legalità».