Noci, Coronavirus: gli aggiornamenti sui contagi e le disposizioni

6

Il Sindaco: “Stop attività non consentite in casa”
Mercato settimanale sospeso. Cimitero aperto orario continuato dalle 8 alle 17 durante le festività pasquali

NOCI (BA)  – Durante la consueta diretta Facebook che il Sindaco ogni venerdì tiene per aggiornare la cittadinanza sull’evoluzione della situazione emergenziale derivante da diffusione del contagio da Covid-19, è stato comunicato ieri che – alla data del 24 marzo 2021 – sul territorio comunale sono 70 i soggetti positivi (di cui 16 minori) e 44 i soggetti in isolamento fiduciario (di cui 5 i minori). Il dato resta in linea con quelli forniti la scorsa settimana. Complessivamente, si è potuto rilevare che la positività si sviluppa generalmente all’interno del nucleo famigliare.

Il Sindaco ha dunque citato il dato relativo al tasso di incidenza settimanale nella nostra Regione relativamente alla situazione di Noci: per quanto concerne la settimana compresa tra il 1 e l’8 marzo, sono stati registrati 11 nuovi positivi; nella settimana compresa tra l’8 e il 14 marzo, sono stati registrati 32 nuovi positivi; nella settimana compresa tra il 15 e il 21 marzo, sono stati registrati 26 nuovi positivi. L’indice di crescita è attualmente di 179 contagi ogni 100mila abitanti, ben al di sotto della soglia critica di 250 contagi, ma comunque tendenzialmente in crescita: complessivamente, negli ultimi 15 giorni, sono stati registrati 58 nuovi casi positivi.

«Credo che tutti siano informati circa la situazione critica in cui si trova la nostra Regione, delle lunghe code ai Pronto Soccorsi, del tasso di occupazione delle terapie intensive – commenta il Sindaco Domenico Nisi. – Si tratta di dati da prendere con massima serietà e attenzione in vista delle prossime festività pasquali».

E proprio in vista delle festività pasquali, la Regione Puglia ha emanato un’Ordinanza con misure ancora più stringenti, che sarà valida fino al 6 aprile.

Riassumiamo qui le nuove disposizioni:

SECONDE CASE
• Sono vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o abitazione verso altri comuni della Puglia per raggiungere le “seconde case”, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza.
• Sono vietati gli ingressi e gli spostamenti in Puglia delle persone non residenti, per raggiungere le seconde case in ambito regionale, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza.

ATTIVITÀ COMMERCIALI
• Tutte le attività commerciali consentite dal DPCM del 2 marzo 2021 in zona rossa, chiuderanno alle ore 18.00 (sono escluse le attività di vendita di generi alimentari, di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie e delle parafarmacie).
• Nei giorni 28 marzo (domenica della Palme), 4 aprile (Pasqua) e 5 aprile (Lunedì dell’Angelo) saranno invece completamente sospese. Faranno eccezione le attività di vendita di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, di fiori e piante, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie, delle parafarmacie.
• Le attività commerciali dovranno assicurare il metro di distanza, ingressi dilazionati e il rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio.

ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE FRA CUI BAR, PUB, RISTORANTI, GELATERIE, PASTICCERIE
• L’attività di asporto dei servizi di ristorazione, ove consentita dal DPCM 2 marzo 2021 (art.46, co.2), è svolta, dalle ore 18.00 in poi, tramite prenotazione preventiva online o per telefono ed a condizione che siano adottate modalità organizzative che limitino al massimo code, file o assembramenti.
• Resta fermo l’obbligo di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti.

ATTIVITÀ LAVORATIVA
• I datori di lavoro pubblici limitano la presenza del personale nei luoghi di lavoro per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente tale presenza, anche in ragione della gestione dell’emergenza. Il personale non in presenza presta la propria attività lavorativa in modalità agile.
• La stessa raccomandazione vale anche per i datori di lavoro privati.

Per quanto concerne l’Ordinanza sindacale in vigore, è stata revocata per applicare integralmente le disposizioni contenute nell’Ordinanza regionale.

Resta sospeso, anche per la prossima settimana, il mercato settimanale.

Il Cimitero, nelle domeniche delle Palme e di Pasqua, resterà aperto – a orario continuato, dalle 8:00 alle 17:00. L’ingresso e l’attività all’interno del Cimitero, sarà monitorato dalla Protezione Civile.

«L’invito è a rispettare le norme di distanziamento interpersonale, a igienizzarsi le mani e a indossare sempre la mascherina – aggiunge il Sindaco. – Evitate strette di mano, baci e abbracci. Dico questo anche perché vi sono persone inconsapevolmente positive, totalmente asintomatiche. Prendo poi come spunto un comunicato divulgato negli scorsi giorni da Confartigianato, relativamente al fatto che, nonostante gli appelli, c’è ancora chi esercita attività di parrucchiere o estetista in casa. QUESTA COSA NON SI PUÒ FARE. Invito tutti coloro che chiamano queste persone, a non farlo più, perché trattasi di attività estremamente pericolosa. Un ulteriore invito voglio fare, relativamente agli operatori che esercitano attività di assistenza ad anziani e malati: fate in modo che anche queste persone svolgano il loro lavoro in sicurezza e, se si dovesse registrare sintomatologia sospetta, non esitate a segnalarlo. Infine resta per tutti l’invito al rispetto delle regole – conclude il Sindaco, – e alla massima attenzione verso il proprio comportamento».