Noci, aggiornamento Covid-19: contagi in calo

1

noci vista aerea

Il 91% dei nocesi ha completato il ciclo vaccinale

NOCI (BA) – Secondo i dati trasferiti dalla Prefettura, alla data del 4 novembre 2021, si registrano a Noci 19 casi di positività e 15 soggetti in isolamento fiduciario. Comincia quindi a calare il dato, che aveva visto un’impennata la scorsa settimana.

Come possiamo leggere nell’ultimo report dell’Asl BA, un leggero incremento delle nuove positività si era tuttavia registrato in tutta l’Area Metropolitana di Bari, anche se in modo sensibilmente inferiore al tasso medio nazionale. È confermato che l’impatto sull’incremento dei casi è causato dalla circolazione del virus nelle fasce giovanissime della popolazione, al di sotto dei 12 anni, ancora non vaccinabili. La campagna di vaccinazione prosegue, raggiungendo 1.988.922 di somministrazioni, di cui 33.787 terze dosi (tra queste, oltre 21.500 sono state garantite a over 60, 70 e 80 e soggetti vulnerabili). In questa fase è in crescita soprattutto la somministrazione di dosi aggiuntive per rinforzare la risposta immunitaria di persone fragili, immunocompromesse, personale ed ospiti di Rsa, operatori sanitari e soggetti dai 60 anni in poi. La copertura vaccinale dei residenti over 12 del Barese è aumentata di un altro punto percentuale, rispetto alla precedente rilevazione, salendo al 91% per la prima dose e all’88% per il ciclo completo. Tra le realtà con maggiore adesione spicca anche Noci con il 91%.

Sono in totale 31.086 le dosi di vaccino somministrate ai cittadini nocesi: tra questi 15.774 hanno ricevuto la prima dose e 14.571 hanno ricevuto anche la seconda. La percentuale di copertura vaccinale è del 93%.

«Come ho più volte ripetuto negli scorsi giorni, è necessario continuare a porre attenzione e ad osservare prudenza, continuando ad usare la mascherina nei luoghi affollati e tutte le misure di precauzione che ben conosciamo – commenta il Sindaco Domenico Nisi. – Siamo fin dall’inizio, nell’Area metropolitana di Bari, il comune con maggiore adesione alla campagna vaccinale, segno questo del fatto che la nostra è una comunità responsabile e attenta. Un particolare sollecito lo rivolgo a tutti coloro ai quali può già essere somministrata la terza dose, over 60 e persone con fragilità, a provvedere quanto prima. Continuiamo così: è l’unico modo per lasciarci quanto prima tutto alle nostre spalle».