Nicola Losapio interpreta l’ode a Bisceglie del poeta Rigante

8

nicola losapio, il poeta demetrio rigante, il sindaco di bisceglie angelantonio angarano, il prof. nicola gallo

L’attore è intervenuto alla serata di solidarietà per l’ANT e la Cooperativa Uno Tra Noi

BARI – L’attore Nicola Losapio omaggia la sua città natale interpretando A Vescègghia mia bèlle (A Bisceglie mia bella) scritta dal poeta Demetrio Rigante, in una serata all’insegna della cultura e della solidarietà.

Un libro per la solidarietà, è questo il nome dell’evento organizzato dal poeta Demetrio Rigante a sostegno dell’ANT e della Cooperativa Uno Tra Noi, tenutosi lo scorso 24 settembre alle Vecchie Segherie Mastrototaro di via Porto, a Bisceglie (BAT). Una serata all’insegna della tradizione e della lingua dialettale biscegliese, che ha visto poeti e attori teatrali declamare alcuni tra i versi più belli tratti dalla raccolta di poesie Pedòte de paróle du córe, curata dallo stesso Rigante, che ha presentato il suddetto libro nel corso della serata, mettendo a disposizione numerose copie per una raccolta fondi a sostegno dell’ANT e della Cooperativa Uno Tra Noi.

Nicola Losapio è intervenuto all’evento declamando con entusiasmo e gratitudine un’ode alla città di Bisceglie, A Vescègghia mia bèlle, poesia presente nella raccolta curata da Rigante, ottenendo un grande apprezzamento dal folto pubblico, dal sindaco e dalle altre autorità presenti.

«Amo molto questa poesia, che come una serie di fotogrammi esalta le bellezze, i disagi, l’amore e i particolari della mia città. Un’ode a Bisceglie alla quale sono profondamente legato.» dice Losapio. «Pensate un po’, un giorno dissi a Demetrio che mi sarebbe piaciuta una poesia dedicata alla mia città, con una metrica differente dalle altre, e lui mi ha onorato componendola per me».

Riguardo all’evento: «Ringrazio Demetrio Rigante e tutta la sua associazione “La Canigghie”, il prof. Nicola Gallo e il Dott. Tommaso Fontana per avermi coinvolto in questa stupenda iniziativa che omaggia la nostra lingua dialettale e che unisce la letteratura al teatro, la cultura alla beneficienza. Una serata di grande umanità nella quale la sinergia fra autore e noi interpreti ha giocato un ruolo fondamentale. Sono contento che la mia interpretazione sia piaciuta e che abbia coinvolto umanamente i miei compaesani, ai quali sono affezionato tanto quanto la mia città».

Nicola Losapio è reduce da una serie di set cinematografici internazionali, tra i quali Ripley di Steven Zaillian e The Swarm, per la regia di Luke Watson.