“Mundi Festival” a Sannicandro di Bari

21

castello di sannicandro di bari

SANNICANDR DI BARI (BA) – Nell’incantevole cornice del Castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari ritorna il “Mundi Festival”, giunto alla quarta edizione. Una manifestazione che coniuga musica e solidarietà, si svolgerà quest’anno dal 2 al 5 settembre e dedicherà momenti importanti e di rilievo al rapporto tra uomo e ambiente, alle possibilità di innovazione, al rispetto e alle denunce sui crimini ambientali.

Conversazioni, mostre, concerti all’insegna della fratellanza e della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e dell’ambiente: temi cardine da sempre della manifestazione ma che verranno ribaditi con più forza e urgenza dati i repentini e pericolosi cambiamenti climatici, lo sfruttamento intensivo nelle colture e la carenza di beni di prima necessità in particolari zone che affacciano sul mediterraneo. Tutto verterà quest’anno sul concetto di #utopia, parola chiave che verrà analizzata e approfondita con dovizia durante i convegni e i seminari previsti in calendario.

L’idea principale degli organizzatori, guidati dal giovane direttore artistico Federico Zonno, è quella di trasformare il castello in uno “Stato immaginario”, ideale e temporaneo, basato sui valori fondanti del festival; un luogo dove ripensare ad un rapporto più equilibrato tra uomo, territorio e natura.

Quel sostegno umanitario e quella cooperazione internazionale promossa ad ogni edizione e rafforzata quest’anno da un evento di rilievo: “Solidarietà e Cooperazione Internazionale al Sud” che aprirà di fatto il Mundi Festival giovedì 2 settembre alle ore 16.30 nel Castello di Sannicandro e a cui parteciperanno importanti enti ed associazioni meridionali impegnate nel sostegno a distanza. Il summit internazionale, meglio definito come Stati Generali della società civile meridionale, ha l’obiettivo di porre una consultazione sui temi dello sviluppo sostenibile, di presentare le buone pratiche di cooperazione e partenariato, di rendere coerenti le azioni di solidarietà internazionale e di politica estera, in linea con i contenuti previsti nell’Agenda 2030.

Il primo appuntamento inaugurale del Mundi si svolgerà in una cornice insolita e significante: il mercato cittadino di Sannicandro, luogo da sempre deputato agli incontri e agli scambi che per l’occasione diventerà la consolle del dj resident che farà vibrare i dischi tra le bancarelle di frutta e verdura. La giornata terminerà con un concerto gratuito in Piazza Castello.

Seguiranno poi tre giorni all’insegna delle arti, con eventi gratuiti e a pagamento all’interno del suggestivo Castello di Sannicandro con i suoi saloni di pregio.

– Nella giornata del 3 settembre si svolgerà una conversazione sul tema della giustizia sociale dei lavoratori agricoli che coinvolgerà il celebre sindacalista Yvan Sagnet e l’attivista Diletta Bellotti.

– Le serate del 3 e del 4 settembre saranno dedicate a due concerti a pagamento a capienza limitata nella corte del Castello. Gli artisti saranno presto annunciati e i biglietti disponibili online.

– Il Festival terminerà domenica 5 settembre con un concerto gratuito all’alba nel suggestivo Parco Girasole in Contrada Parco Torre a Sannicandro di Bari.

Tra le estemporanee e gli eventi collaterali, l’esposizione “Natura Umana”, curata da Giuseppe Amapani, ha l’obiettivo di interrogare il pubblico riguardo il rapporto tra Uomo e Natura, entrambi intesi come forze primordiali, generatrici e distruttrici, costantemente in lotta tra loro per affermare il proprio dominio o guadagnarsi il proprio spazio vitale. La tematica è affrontata attraverso un viaggio nei media artistici digitali. Ci si muove, infatti, tra l’installazione fotografica di Annetta Squicciarini e Gianvito Novielli (Sannicandro di Bari), la videoarte di Giulio Pettenò (Locarno) in dialogo con quella del duo francese Marco Pantani Team, composto da Benjamin Kiffel e Bénédicte Bach (Strasburgo) e il videomapping di Leandro Summo (Ruvo di Puglia). La ricerca artistica conduce poi il visitatore a confrontarsi con i segni evidenti della vita delle piante e la loro reazione emotiva agli stimoli esterni, tramite l’installazione interattiva digitale Simbiosi, realizzata ad hoc dal digital artist Leandro Summo.

Mundi Festival è organizzato dall’Associazione Meridians e da un gruppo di giovani sannicandresi in collaborazione con il Comune di Sannicandro di Bari; gode del sostegno dalla Regione Puglia nell’ambito del “Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo” e della Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia.

I Main Sponsor dell’evento sono il Caseificio Montrone di Andria, il Molino Casillo, Mondelli Agrifarma e la Farmacia Novielli di Sannicandro di Bari.

È tra le pietre plurisecolari del Castello federiciano, ricche di storia e cultura, che si muovono e mescolano arti e linguaggi differenti. Un punto di partenza nel passato con l’occhio e la coscienza orientati al futuro, alla cooperazione reale e ad un’innovazione consapevole finalmente a misura d’uomo, in sintonia e in equilibrio con l’ambiente.