Matteo Palermo, nel nuovo brano “Love is Imperfect” esalta le debolezze umane veicolo della bellezza

6

GRUMO APPULA – Il nuovo singolo di Matteo Palermo nasce dalla voglia di raccontare le difficoltà di una relazione sentimentale intensa, piena di momenti di difficoltà, separazione, ricongiungimento. L’essere umano è fragile e come tale diventa veicolo di sentimenti imperfetti, capaci però di rivelare la bellezza della sua natura. Love is Imperfect esalta le debolezze umane. Esse sono parte integrante dell’esistenza dell’uomo, hanno il loro valore e concorrono al raggiungimento della bellezza.

What we look for is hidden in mistakes” (“Ciò che davvero cerchiamo è nascosto nei nostri errori”) è la frase simbolo del significato della canzone. Nei nostri sbagli c’è la chiave di lettura per la bellezza e la serenità a cui ambiamo. Non serve cercare altrove. L’amore è imperfetto e in questa verità è possibile ritrovare la consapevolezza di sé. E’ stato l’arrangiamento ad ispirare il tema. Stefano Ninni, il batterista, ha voluto comunicare speranza, carica, consapevolezza, così è stata presa la decisione di aprire il brano vigorosamente, per rappresentare la presa di coscienza: un vero e proprio cazzotto musicale in faccia.

Il videoclip ufficiale, diretto da Luca Borrello, mostra due danzatrici Sara Buccarella e Marianna Miglio, interpreti dell’amore imperfetto tramite una coreografia di Martina Giuliani. La location, scelta insieme al videomaker Giuseppe Chirico, è un caseggiato antico e nobile, simbolo dell’amore ideale a cui siamo abituati. Trucco e costumi sono stati curati da Aurora Borrello. Matteo Palermo nasce nel 1981 a Grumo Appula (BA). Le sue prime pubblicazioni avvengono con la band rock Z.E.D. La band che oggi lo accompagna è composta da Stefano Ninni alla batteria, Domenico Colangelo al basso, Vincenzo Bari alla seconda chitarra e Kate Biase ai cori.