A Manfredonia “Alessandro. Un canto per la vita e le opere di Alessandro Leogrande”

62

Domani al Teatro Comunale “Lucio Dalla” lo spettacolo di Teatro Koreja, ideato da Gianluigi Gherzi e Fabrizio Saccomanno, che  ricostruisce l’itinerario umano e di intellettuale dello scrittore e giornalista pugliese scomparso nel 2017

MANFREDONIA –    “Alessandro. Un canto per la vita e le opere di Alessandro Leogrande” è lo spettacolo prodotto dal Teatro Koreja di Lecce (coproduzione Ura Teatro), per la regia di Fabrizio Saccomanno, che venerdì 31 marzo 2023 alle ore 21.00 al Teatro Comunale “Lucio Dalla” chiuderà la Stagione di Prosa 2022-2023 della Città di Manfredonia.
Lo spettacolo, ideato da Gianluigi Gherzi e Fabrizio Saccomanno, ricostruisce l’itinerario umano e di intellettuale di Alessandro Leogrande, scrittore e giornalista pugliese scomparso nel 2017 a soli 40 anni.

Alessandro è il racconto della vita, delle imprese, delle opere di un intellettuale straordinario. È racconto di un giovane che sceglie di tenere gli occhi aperti sulla realtà che lo circonda, di dedicare la propria vita a donare luce a quello che rimane oscuro e nascosto nei luoghi più terribili, d’impegnarsi a smontare gli stereotipi e le frasi fatte con cui allontaniamo da noi i drammi che percorrono il nostro presente, di stare sempre e comunque dalla parte degli “Ultimi”. Alessandro è Taranto. Alessandro è viaggio nei ghetti dei migranti, persi nelle campagne. È viaggio infaticabile nei luoghi delle frontiere e dei muri. Alessandro è teatro pulsante, dove memoria, presente e utopia non sopportano mai, come in tutta la sua opera, di essere separati.

«Alessandro si racconta da sé, con le sue parole. Io provo ad esserne semplicemente il cantore. Per lui scrivere era uno stato di necessità, era come infilarsi ogni giorno dentro il presente e provare a raccontarlo con le sue contraddizioni, le sue storture, le sue tragedie. Cercando di fare luce nel buio, di affrontare la complessità della realtà e provare a dipanarne i fili più intricati», afferma Fabrizio Saccomanno, che sul palcoscenico sarà Leogrande. Insieme a lui ci saranno le attrici di Koreja Barbara Petti, Emanuela Pisicchio, Maria Rosaria Ponzetta, Andjelka Vulic.
Saccomanno e le attrici, dopo lo spettacolo, incontreranno il pubblico per l’appuntamento di “Artisti di Stagione” guidato dal critico teatrale Alessandro Toppi, caporedattore de “La Falena” e collaboratore di “La Repubblica Napoli”.

La cura del progetto e la consulenza artistica sono di Salvatore Tramacere, tecnici Mario Daniele e Alessandro Cardinale. Si ringraziano Feltrinelli Editore, Cecilia Bartoli, Mario Desiati, Emiliano Morreale e Laura Scorrano. Un ringraziamento speciale a Maria Leogrande.

Prezzo singoli biglietti: Platea I settore Intero € 13 – Ridotto € 11; Platea II settore Intero € 11 – Ridotto € 9; Galleria € 8.
Il botteghino è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.00.
Per info: Bottega degli Apocrifi/Teatro Comunale “Lucio Dalla”, via della Croce, Manfredonia, 0884.532829 – 335.244843, botteghino@bottegadegliapocrifi.it.

La Stagione di Prosa 2022-2023 è ideata e voluta dall’Amministrazione Comunale, dalla Compagnia Bottega degli Apocrifi e dal Consorzio Teatro Pubblico Pugliese, con il sostegno di Regione Puglia e Ministero della Cultura.
Artisti di Stagione 2023 è un progetto Bottega degli Apocrifi realizzato con il Teatro Pubblico Pugliese. Operazione finanziata a valere sul FSC 2014-2020 Patto per la Puglia asse di intervento IV – interventi per la tutela e valorizzazione dei beni culturali e per la promozione del patrimonio immateriale.