‘Libro Possibile’ chiude a Vieste con Fico e Saviano

8

roberto ficoVIESTE (FG) – La ventesima edizione del ‘Libro Possibile’ si conclude a Vieste il 29 e 30 luglio. Il festival presieduto da Gianluca Loliva e diretto da Rosella Santoro giunge alla tappa conclusiva con le ultime due serate nella nuova location eXXtra, inaugurata quest’anno in occasione del XX anniversario. Domani la terza serata viestana si apre alle 20 con Salvatore Borsellino, fratello del magistrato Paolo Borsellino: assieme al direttore de IlFattoQuotidiano.it, Peter Gomez, presenta il progetto editoriale La casa di Paolo (PaperFirst).

Alle 20.40 lo psichiatra Paolo Crepet racconta “come torneremo a stare insieme” e poi sud, cultura, ripartenza: tre temi cardine per e l’intervento del presidente della Camera, Roberto Fico. Alle 22 invece si va alla scoperta del Salentu d’amare (DeAgostini), con i Boomdabash. Lo strapotere della criminalità organizzata torna al centro dell’incontro in programma alle 22.40 con il vicedirettore de L’Espresso, Lirio Abbate, autore di Faccia da mostro (Rizzoli).

L’ultima serata (il 30 luglio) è dedicata ai temi della giustizia con il giornalista e scrittore Roberto Saviano alle 20 con il suo libro Gridalo (Bompiani). Segue alle 20.45 il racconto del nuovo progetto umanitario per salvare le vite in mare ovvero Il sogno di ResQ – la nave che salva vite umane attraverso le voci dei curatori, Gabriella Nobile, Gherardo Colombo e Cecilia Strada. Alle 21.25 una lectio magistralis condotta dalla biologa Barbara Gallavotti giornalista e divulgatrice scientifica. Poi focus sul mondo dell’imprenditoria con, tra gli altri, il patron di Eataly Oscar Farinetti e alle 22.55 l’immunologa Antonella Viola.