Lecce, l’ultima notte di agosto è targata Seeyousound

daft punk

Un documentario e un videoclip per l’anteprima del festival dedicato al cinema a tema musicale. Venerdì 31 agosto alle 20.30 c/o Ex convento dei Teatini – Lecce

LECCE – Seeyousound International Music Film Festival, il primo festival in Italia di cinema musicale nato a Torino nel 2015, ideato e organizzato dall’associazione culturale Choobamba, diventa itinerante e il prossimo autunnoarriva a Leccedal 28 novembre al 1 dicembre – diretto da Sara Valentino – con il nuovo format Seeyousound On The Road, la nuova rete di festival e di distribuzione cinematografica di Seeyousound, dopo aver fatto tappa a Pisa e Palermo.

Venerdì 31 agosto alle 20.30, nel chiostro dell’ex Convento dei Teatini,Seeyousound on the road//Lecce, nell’ambito della rassegna Teatini Cinema a cura di DB d’Essai (coproduttore del Festival),in collaborazione con l’assessorato alla Cultura della Città di Lecce, presenta un’anteprima della manifestazione in programma il prossimo novembre con la proiezione del documentario “Daft Punk Unchained”(Francia/UK, 2015 – 85’), di Hervé Martin-Delpierre, che sarà introdotto al pubblico da Luca Bandirali, critico cinematografico e professore al DAMS dell’Università del Salento.

Il documentario racconta l’ascesa verso la fama e la vita dei due membri dei Daft Punk, Guy-Manuel de Homem-Christo e Thomas Bangalter, dagli anni Novanta con il loro primo gruppo dal nome Darlin’ fino al grammy award del 2014. La loro influenza pionieristica sulla scena musicale elettronica internazionale, l’immagine e i segreti della loro ispirazione sono alcuni aspetti che il documentario svela.

Seeyousound ha scelto la Puglia perché la regione negli ultimi anni è diventata una delle realtà di spicco nel panorama della produzione cinematografica e musicale nazionale, capace di attrarre gli operatori di settore specializzati nell’ideazione di eventi culturali legati al cinema.

Precedeil documentario la proiezionedel videoclip“Dardust – Sublime”, regia di Tiziano Russo, selezionato e a cura di Passo Uno, la casa di produzione pugliese a cui Seeyousound ha affidato la curatela della sezione videoclip durante il Festival in autunno.

Al termine del documentario, ai presenti alla proiezione, Diplomatico-Compagnia dei Caraibi offrirà un cocktail.

Seeyousound On The Road//Lecce è ideato e organizzato dall’associazione culturale Choobambacon il sostegno di Diplomàtico, Nikon, Apulia Film Commission per le tutte le attività realizzatepressoCinelab Giuseppe Bertolucci finanziate dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia, Family Bartender’sMovement.

Il Festival godedel Patrocinio di Museo Nazionale del Cinema di Torino, Anno europeo del patrimonio culturale, Patrocinio del Comune di Lecce; è realizzato in coproduzione con DB d’Essai Cineteatro e Manifatture Knos ed è in collaborazione con DAMS Unisalento, Passo Uno produzioni e Festival del Cinema Europeo.

Il programma dei 4 giorni nel prossimo autunno prevede 7 lungometraggi da tutto il mondo, prece-duti da un cortometraggio e un videoclip, in lingua originale, come vuole lo spirito internazionale di Seeyousound, alla presenza di autori e professionisti e una serie di eventi off come panel, masterclass e concerti.

L’ingresso per la serata del 31 agosto è libero fino ad esaurimento posti.

Dal 2015 SEEYOUSOUND, promosso dall’Associazione Choobamba, mette in relazione l’arte del ci-nema e della musica grazie all’omonimo film festival – la cui quarta edizione si è svolta con successo lo scorso gennaio – e a proiezioni, live show ed eventi tutto l’anno che in poco tempo sono diventati un appuntamento fisso e atteso nel panorama culturale torinese.

Il festival ha come scopo la ricerca dell’immagine che il cinema può restituire della musica e quanto l’una possa entrare in risonanza con l’altra. Non solo musical e biopic, ma un insieme di produzioni, anche indipendenti, che rendono tangibili questi temi.