A Lecce l’evento finale della campagna nazionale Accessibility is cool

logo comune Lecce

“Aperta – visioni sull’accessibilità dei luoghi della cultura e del divertimento in Italia”

LECCE – Si è tenuta questa mattina presso la sala Giunta del Comune di Lecce la conferenza stampa di presentazione di “Aperta – Visioni sull’accessibilità dei luoghi della cultura e del divertimento in Italia”, evento finale della campagna di sensibilizzazione Accessibility is cool, di Movidabilia, sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD tramite il bando Comunicare e Bene. L’evento si terrà a Lecce il 16 febbraio 2018 presso il MUST – Museo storico della città di Lecce a partire dalle ore 9.00.

Attraverso talk motivazionali sull’accessibilità di cultura, arte, architettura e vari aspetti della società e una serie di video divertenti ideati dagli youtuber più celebri del momento appositamente per la campagna, Aperta farà il punto della situazione sull’accessibilità architettonica e culturale in Italia e sulle buone pratiche da imitare.

Aperta vedrà la partecipazione straordinaria di Alessio Giannone, in arte Pinuccio che, a suo modo e con la consueta irriverenza, contribuirà alla discussione sull’accessibilità.
L’evento, che si svolge in partenariato con il Comune di Lecce, si concluderà con un gala finale con aperitivo e performance musicale del gruppo Yaràka.

La collaborazione con l’associazione Movidabilia – dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Alessandro delli Noci – nasce qualche tempo fa, durante il primo Hackathon per l’accessibilità che ebbe come risultato la realizzazione di una mappa condivisa e implementabile dai cittadini. Oggi ripartiamo da lì e non solo per informare sulla presenza dei luoghi non accessibili in città ma per risolvere quelli che rappresentano dei problemi reali per tanti cittadini, soprattutto quelli con disabilità ma anche le persone anziane e i bambini. Stiamo iniziando a lavorare sul Piano per l’Accessibilità e l’incontro di domani ci consentirà di discutere con esperti e professionisti che arriveranno da tutto il Paese e di confrontarci con loro sugli interventi necessari, che vanno certamente nella direzione dell’abbattimento delle barriere architettoniche ma anche in quella della fruibilità per tutti i cittadini di luoghi ed eventi. Partiremo dall’anfiteatro romano che vogliamo rendere totalmente accessibile e per il quale chiederemo a tutti un contributo attraverso un concorso di idee”.

La campagna Accessibility is cool – dichiara Maria Pia De Santis, vicepresidente di Movidabilia – ha raccontato il diritto inalienabile al divertimento per tutti. L’handicap esiste solo nel momento in cui un progettista non prende in considerazione l’accessibilità per tutti gli utenti, comprese persone anziane, donne incinte, uomini e donne che spingono un passeggino o una carrozzina e ovviamente persone con disabilità permanenti (motorie, sensoriali, intellettive). “Aperta” vuole creare dei cortocircuiti emotivi: ci sono realtà che hanno avuto idee bellissime, degne di essere raccontate e di fungere da best practice. E da qui, saremo pronti per lanciare la seconda fase della campagna che metterà in contatto i cittadini che mappano con le amministrazioni”.

Che cosa avverrà il 16 febbraio nel corso di “Aperta – Visioni sull’accessibilità dei luoghi della cultura e del divertimento in Italia”

Professionisti, associazioni e cittadini che hanno a che fare con il mondo dell’accessibilità e della disabilità ispireranno, attraverso dei talk motivazionali, tutti (pubblico e istituzioni presenti) ad avere una nuova visione dell’accessibilità, vivendola non come un problema cui adattarsi ma come una risorsa per tutti.
Oltre ai talk, i video di youtuber e l’intervento di Pinuccio, che resterà l’intera mattinata, daranno il giusto tocco di irriverenza e ironia al tutto, come da prassi nella campagna Accessibility is cool che si chiude con questo evento.
Verrà infine svelato lo stato dell’arte della mappa dell’accessibilità dei luoghi di cultura in Italia creata dai follower di Movidabilia che hanno mappato con i loro selfie, i locali di cultura e divertimento accessibili in Italia. Quale è stata la regione più virtuosa? Quanti sono i locali e i teatri accessibili in Italia? Questo ed altro, lo scopriremo insieme il16 febbraio.

“Accessibility is cool” è la campagna ideata e promossa dall’Associazione di promozione sociale Movidabilia e sostenuta dalla Fondazione CON IL SUD tramite il bando Comunicare e Bene.

La campagna, vuole abbattere le barriere culturali che riguardano la disabilità e l’accessibilità, insegnando a tutti ad osservare e rilevare ciò che è accessibile e promuovere i processi che portano qualunque luogo di cultura e svago dalla non accessibilità o parziale accessibilità all’abbattimento di barriere, attraverso mezzi tecnici e creativi.

Il progetto ha come output finale la creazione e costante aggiornamento di una mappa dei locali e luoghi di cultura accessibili in Italia ed è proprio questo il punto di maggiore innovatività dell’iniziativa: l’idea che l’accessibilità della cultura e del divertimento non sia meno importante di quella dei servizi cittadini e la volontà di insegnare a tutti (soprattutto ai giovani che amano divertirsi) a rilevare, riconoscere, apprezzare e indicare i luoghi accessibili a tutti, quindi i luoghi più cool della movida italiana.

La mappa dell’accessibilità, creata dal basso grazie ai selfie e dalla geolocalizzazione di personaggi celebri e persone comuni (o “diversamente vip”) che frequentano i luoghi della movida, sarà anche uno strumento in più, totalmente open source, a disposizione delle amministrazioni.

Chi è coinvolto nella campagna Accessibility is cool?

“Accessibility is cool” coinvolge vip e persone comuni nella creazione di una mappa dei locali e dei luoghi di divertimento e cultura di tutta Italia accessibili a diverse forme di disabilità.

Hanno aderito al progetto, “mettendoci la faccia” con i propri selfie, Gianni Morandi, Pinuccio, Nina Palmieri, Lino Guanciale, Sud Sound System, Noa, Stefania Rocca, i Tiromancino, Toni Bonji, Lorella Cuccarini, The Pills, Apres la Classe, Gabriele Greco e molti altri vip, insieme a molte altre persone “diversamente VIP” che con entusiasmo stanno aiutando il progetto nella mappatura dei locali accessibili.

Tutti possono diventare testimonial dell’accessibilità facendosi un selfie in un locale accessibile e attivando la geolocalizzazione sul proprio cellulare e pubblicarlo su facebook usando gli hashtag #movidabilia, #accessibilityiscool (e poi tutti gli altri hashtag che si desidera inserire).

Tutti i dettagli della campagna, la mappa dell’accessibilità e gli aggiornamenti su i nuovi testimonial si trovano sul sito ufficiale accessibilityiscool.it.

La Campagna Accessibility is cool gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento della gioventù e del Servizio Civile Nazionale, MiBACT, Regione Puglia, Comune di Milano, Città di Lecce, Comune di Bologna, Città di Palermo, Città di Alessandria, Unione Italiana Ciechi, Anffas, Apmar, SILB, Arci.

Movidabilia

L’associazione di promozione sociale Movidabilia (www.movidabilia.it), nata nel 2013 dal bando della Regione Puglia “Principi Attivi – Giovani Idee per una Puglia Migliore” è attiva nella TUTELA E NELLA PROMOZIONE DEI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ motoria, sensoriale e intellettiva.

L’associazione ha realizzato spettacoli teatrali, mostre d’arte, eventi sportivi, ha curato l’accessibilità per grandi concerti (Concerto del Primo Maggio di Taranto), ha organizzato due maratone informatiche (Hackathon) per la mappatura dei luoghi accessibili, coinvolgendo tecnici mappatori, scuole e cittadini (primi due Hackathon italiani per la mappatura dal basso dei luoghi accessibili).
Il “Servizio Legale Movidabilia”, raccoglie istanze e denunce riguardanti il mondo della disabilità dando supporto legale.

Fondazione CON IL SUD

La Fondazione CON Il SUD è un ente non profit privato nato undici anni fa dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato per favorire lo sviluppo del Mezzogiorno attraverso la promozione di percorsi di coesione sociale e sostenendo buone pratiche di rete.
La Fondazione sostiene interventi “esemplari” per l’educazione dei ragazzi alla legalità e per il contrasto alla dispersione scolastica, per valorizzare i giovani talenti e attrarre i “cervelli” al Sud, per la tutela e valorizzazione dei beni comuni (cultura, ambiente, riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie), per la qualificazione dei servizi socio-sanitari, per l’integrazione degli immigrati, per favorire il welfare di comunità.
La Fondazione CON IL SUD ha sostenuto oltre 1.000 iniziative, tra cui la nascita delle prime 5 Fondazioni di Comunità del Mezzogiorno, coinvolgendo 6.000 organizzazioni e 283 mila cittadini, soprattutto giovani, ed erogando complessivamente 176 milioni di euro.