Lecce, incontro pubblico sulle vittime di racket

50

Saranno presenti anche i familiari di Giovanni Panunzio (il costruttore foggiano ucciso dalla mafia del pizzo). Sabato 27 maggio 2017, alle 17.30, presso la sede di Una BUONA storia per Lecce in via Dalmazio Birago, 6. Evento organizzato dai candidati Irene Strazzeri e Fabio Congedo.

logo comune LecceLECCE – Tutti possono immaginare la storia che riferisce di una vittima di racket, ma nessuno può restare indifferente alle conseguenze e alla solitudine che travolgono senza scampo i figli, i familiari, i nipoti, i testimoni di giustizia, i colleghi, la comunità che assiste, il capo della squadra mobile.

Al di là dell’accertamento delle responsabilità a Lecce, come altrove siamo venuti meno alle nostre responsabilità umane civili e politiche, abbiamo invece prima di tutto il dovere di ascoltare e non ammutolire. Muore due volte chi cammina a testa bassa, diceva Giovanni Falcone.

Vi aspettiamo Sabato, alle 17.30, presso la sede di Una BUONA storia per Lecce in via Dalmazio Birago, 6, in un incontro pubblico durante il quale verrà affrontato il tema della cultura della legalità, attraverso la figura di Giovanni Panunzio(il costruttore foggiano ucciso dalla mafia del pizzo), come simbolo e non come un eroe.

Introducono i candidati di Una BUONA storia per Lecce Fabio Congedo e Irene Strazzeri, organizzatori dell’evento.

Ospiti:

– Michela Magnifico, giornalista e autrice del libro “6 Novembre 1992. Il coraggio di un uomo”
– Dimitri Lioi, avvocato e presidente dell’Associazione Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti