Lecce, incontro con Dante nel Parco Archeologico di Rudiae con Agostino De Angelis

11

legio avgvsta salento

LECCE – Dal 2018, grazie a un accordo di fruizione e promozione stipulato tra la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi e Lecce e ARVa SRL, in collaborazione con Comune di Lecce, il Parco Archeologico di Rudiae, antica città prima messapica e poi romana, che diede i natali al poeta Quinto Ennio e a Sant’Oronzo, non è aperto solo per le visite guidate ma è palcoscenico di spettacoli, presentazioni e altre attività.

Sabato 28 agosto alle 18.30, in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Parco ospita lo spettacolo teatrale itinerante “Incontro con Dante nel Parco Archeologico di Rudiae” per la regia e adattamento di Agostino De Angelis. Uno spettacolo insolito in un sito che nasce ancora prima di Dante, ma il collegamento storico, dal periodo arcaico a quello romano, ci riporta e fa riferimento, ad alcuni letterati latini dai quali il Sommo Poeta attinge per scrivere l’opera più famosa della lingua italiana. Si parte proprio dal fatto che il padre della letteratura latina, Quinto Ennio nasce nella città messapica di Rudiae nel 239 a.C., a circa trent’anni di distanza dalla conquista romana del Salento e compose tragedie, commedie e 18 libri degli Annali, che narravano gli avvenimenti della storia di Roma e del Lazio a partire dall’arrivo di Enea. Quell’Enea ripreso dal poeta latino Virgilio che è guida e ragione di Dante nella Divina Commedia, e che Dante incontra nel I Canto dell’Inferno “Nacqui sub Iulio, ancor che fosse tardi e vissi a Roma sotto ‘l buon Augusto”, quell’Imperatore che soggiornò nell’antica Lupiae. Dante colloca anche nella cantica del Paradiso l’imperatore Traiano che incluse l’antica Lupiae nella via Traianea che andava da Roma a Brindisi. È partendo da queste fonti storiche che De Angelis ha pensato di portare in scena la Divina Commedia in forma itinerante tra attori e voci recitanti, canto, musica e danza nel sito, con l’ausilio dell’archeologo Pio Panarelli, che interagirà con i personaggi dell’Opera, come guida storico archeologica. In scena con De Angelis il soprano Laura De Vita con l’accompagnamento musicale di Luigi Solidoro, la scuola di danza Art Mood Ballet di Anna Rizzello, e gli interpreti Antonio Gabellone e Sabrina Longo. L’evento promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce con il patrocinio di Regione Puglia e Provincia di Lecce, in collaborazione con Ar.V.A. Spin-Off UniSalento, rientra nel Progetto Nazionale di Promozione e Valorizzazione 2021 curato da Desirée Arlotta e organizzato dall’associazione culturale ArchéoTheatron. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Per info e prenotazioni archeotheatron.ass@gmail.com – 349 4055382.

Domenica 28 agosto, nel circuito “Archeolive – la storia tra due mari”, riprende l’appuntamento con le visite guidate abbinate alla riproposizione di spaccati della vita militare del passato a cura del gruppo Legio VIII Avgvsta Salento, con la rievocazione storica in costume (living history) in cui si amalgameranno spettacolo e veridicità storica. Al termine della visita guidata (turno unico alle 17 – ingresso 10 euro, ridotti per studenti e famiglie – prenotazioni 349 1186667 – 349 5907685- info@parcoarcheologicorudiae.it), nell’area dell’anfiteatro si assisterà ad una simulazione di combattimento gladiatorio con possibilità di approfondimenti, domande e foto ricordo con i gladiatori. A seguire, sotto l’uliveto che sovrasta l’anfiteatro, si potrà ammirare la ricostruzione di una sezione di accampamento militare. Saranno inoltre allestiti tavoli didattici con strumentazioni, oggetti dell’antichità e la ricostruzione scientifica in scala di alcune macchine d’assedio. In particolare sarà esposto il modello della “machina tractoria” utilizzata dagli antichi romani proprio per la costruzione dell’anfiteatro. A conclusione del percorso, piccole degustazioni di Archeocucina secondo ricette dell’antichità.

Martedì 31 agosto alle 20 (info, costi e prenotazioni 3391024917 – 3927443519) prosegue il format “A regola d’arte – Picnic Experience”. Dopo la visita guidata con gli archeologi Pio Panarelli e Dario S. Corritore alla scoperta di uno dei siti archeologici più importanti del Salento, si potranno degustare i prodotti selezionati e preparati da Mamma Elvira all’interno del cestino da picnic (classico o internazionale). Esperti bartender e sommelier guideranno tra un’ampia scelta di vini, bollicine e cocktail più adatti ai desideri e alle esigenze dei visitatori. Ospiti musicali della serata Mauro Tre, artista poliedrico che spazia tra il pianoforte e i synth, dal jazz alla classica fino al rock e al balcan, e il dj e produttore Guido Nemola, tra i personaggi pugliesi più conosciuti in Italia e all’estero, A&R della famosa Recycle Records, una delle label di musica house più apprezzate del panorama internazionale. Le ambientazioni sono curate da Silente di Francesca Iaconisi.

Il Parco Archeologico di Rudiae dista da Lecce poco meno di 3 km in direzione sud-ovest. L’ingresso al Parco, dotato di un parcheggio interno nell’area di Fondo Acchiatura, è situato in Via A. Mazzotta (40°19’55.6″ N 18°08’46.3″ E), di fronte all’IISS Presta Columella. Per la visita (della durata di circa un’ora) si consigliano scarpe comode, copricapo/cappellino e acqua.