Lecce, Caserma Pico: un Progetto per lo spostamento del portale di ingresso e messa in sicurezza dei locali

logo comune Lecce

Approvato in Giunta comunale il Progetto definitivo

LECCE – Approvato ieri in Giunta comunale il Progetto definitivo per lo spostamento del portale di ingresso e messa in sicurezza dei locali della Caserma Pico.

L’immobile di proprietà comunale, compreso tra le vie IV Novembre, Galliano, Duca D’Aosta e via XXIV Maggio, fu concesso al Ministero della Difesa per l’ampliamento della Caserma Pico – sino ad alcuni anni fa Distretto Militare – unitamente al tratto stradale relativo alla via XXIV Maggio compreso tra la Caserma e la proprietà comunale. Rientrata in possesso dell’immobile, di intesa con il Ministero della Difesa, l’Amministrazione comunale ha lavorato ad un progetto finalizzato ad annullare l’elemento di cesura urbana costituito dalla chiusura di via XXIV Maggio e a riqualificare l’area.

L’intervento di spostamento del portale d’ingresso dell’attuale Caserma Pico da Via Duca D’Aosta sulla strada di prolungamento di via XXIV Maggio, si inserisce nelle attività propedeutiche all’apertura del tratto stradale, attualmente interno alla Caserma, di collegamento tra la stessa via Duca D’Aosta e Via IV Novembre. L’apertura dell’arteria, che sarà propedeutica alla riqualificazione dell’area dismessa e attualmente in stato di abbandono, avrà la funzione di connettere le due vie favorendo e razionalizzando il traffico veicolare e pedonale.

L’apertura di quell’asse viario – dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci – ha numerosi risvolti positivi. Intanto mettiamo in collegamento due quartieri della città, il quartiere Santa Rosa e il centro con i vantaggi che questo comporta in termini di traffico, spesso congestionato in quell’area dove insistono numerose residenze. Il flusso del traffico sarà più fluido e si eviteranno larghi giri intorno alla caserma. Questo intervento inoltre dividerà l’area attualmente in uso da parte dell’esercito – il lato sinistro per chi entra da via Duca D’Aosta – e l’area sul lato destro di proprietà del Comune dove risultano attivi solo i locali guardiola, sala d’aspetto e locale cabina elettrica. L’assessore all’Urbanistica e al Patrimonio Pubblico Rita Miglietta è già al lavoro per ripensare e riqualificare quell’area per una fruizione collettiva”.