Lecce, appuntamento con la quarta tappa del Niurumaru Wine Festival

113

Dall’8 al 10 agosto in piazza Sant’Oronzo

banner wine festival lecceLECCE – Dopo il successo avuto dalle precedenti tappe, ci spostiamo nella più bella e incantevole città barocca, Lecce.
Un posto per tre giorni inebriato dal Nettare di Bacco. Gastronauti, vignaioli, giornalisti, winemaker, degustatori, turisti e avventori in genere, si danno appuntamento per la quarta tappa del Niurumaru Wine Festival.
Da lunedì 8 a mercoledì 10, Piazza Sant’Oronzo si trasformerà nell’Agorà del confronto aperto con l’obiettivo di valorizzare uno dei vitigni più rappresentativi di terra salentina, il Negroamaro.
Lo BEVI, lo ASSAGGI, lo ASCOLTI. Lo slogan è un motto destinato ad essere ricordato, sunto ed emblema di ciò che l’evento vuole trasmettere.
Ad essere protagoniste di questa quinta edizione di Niurumaru Wine Festival saranno le migliori 40 cantine di rossi, bianchi, rosati e bollicine che già nei loro nomi, nei profumi e nei sapori, raccontano la storia della terra in cui vengono prodotti.
La rassegna sarà arricchita da musica dal vivo e dalla presenza del Teatro del Gusto, pensato per chi vuole coccolare il proprio palato con le interpretazioni culinarie di eccellenti chef per gustare il meglio della cucina pugliese.
Ogni sorso regalerà sensazioni coinvolgenti che grazie al colore, l’aroma ed il gusto comunicano messaggi che la musica riuscirà ad intensificare e descrivere grazie all’intrattenimento musicale di:
HABANERO from SALENTO ALL STARS – 8 Agosto
Il progetto acustico e ristretto nato dalla grande famiglia Salento All Stars. Uno spettacolo divertente e goliardico in cui vengono presentati in una nuova veste acustica e gyspy i brani del disco Made in Salento del progetto Salento All Stars e reinterpretazioni del tutto personali di brani nazionali e internazionali.
AEDO – 9 Agosto
Il progetto AEDO delinea un percorso musicale che si nutre delle radici del suono piegando il canto popolare alla riproduzione della natura. Dalla ricerca e riconsiderazione di antichi miti fino a giungere a testi di natura sociale, lo spettacolo proposto restituisce un ricercato immaginario arcaico che si distingue in contesti molto diversi dimostrando di possedere quella natura poliedrica tipica del Teatro Canzone.
TWO DEEP – 10 Agosto
I classici del jazz e della bossa nova riproposti da due attivi esponenti del panorama musicale salentino.
GIANCARLO DEL VITTO è un chitarrista didatta. Ha avuto modo di studiare con i migliori musicisti al mondo: Jim Hall, Kurt Rosenwinkel, Jonathan Kreisberg, Mike Stern, Benny Golson, Jerry Bergonzi, Kenny Barron, Barry Harris, Scott Henderson, Scott Coley, solo per citarne alcuni. Ha perfezionato la conoscenza dell’idioma jazzistico seguendo i seminari di formazione musicale più importanti in Italia: Umbria Jazz ’04 (terzo livello con Mark White), Siena Jazz ’07 (terzo livello con Tommaso Lama), Roma Jazz’ cool ’08 (terzo livello con Kurt Rosenwinkel), Tuscia in Jazz ’08 (con Eddy Palermo), We Love Jazz ’09 (con Sandro Gibellini), OJF ‘ 10 (con Garrison Fewell). Ha esaminato la tecnica strumentale ed improvvisativa seguendo seminari con Frank Gambale, Greg Howe, Robben Ford, Franco Cerri, Fabio Zeppetella ,Bebo Ferra, Stochelo Rosenberg, Michel Camilo, Joey Calderazzo, Daniele Scannapieco, Salvatore Bonafede, Franco D’Andrea, Jeff Tain Watts, Gerge Cables, Joy di Francesco.
Finalista di numerosi concorsi nazionali tra cui Eddie Lang 2010, Vittoria 2010, svolge intensa attività live con i migliori musicisti della scena salentina e nazionale, ha suonato con Roberto Ottaviano, Daniele Scannapieco, Enrico Zanisi, Davide Santorsola ,Fabrizio Bosso, Raffaele Casarano, Giorgio Rosciglione, Giuseppe Bassi, Marco Bardoscia, Francesco Cafiso, Stefano Bagnoli, Francesco Pennetta, Stefano Sabatini.
DIONISIA CASSIANO
Nel 2001 inizia a studiare pianoforte classico e solfeggio nella scuola privata “J.S. Bach” a Tricase insieme ai maestri Francesco Scarcella e Ulrico Ciardo. Nelle estati 2003/2004/2005 Dionisia partecipa attivamente ai seminari di jazz dal Maestro Francesco Scarcella, con la preziosa collaborazione del Maestro Luigi Bubbico, pianista insegnante e coordinatore del corso di jazz al conservatorio di Lecce.
Il percorso di degustazione sarà guidato dai Sommelier AIS che illustreranno le caratteristiche distintive e la storia di ogni etichetta facendo degustare il meglio della produzione.
Dislocati lungo il percorso, ci saranno gli infopoint a disposizione dei visitatori per l’acquisto del kit di degustazione che, al costo di 10,00 euro, include il calice in vetro, la pettorina logata porta bicchiere e 8 ticket di degustazione.
Vino, cibo e ottima musica saranno i protagonisti di un grande Festival all’insegna del gusto e della qualità.