Lecce, Albanese: “Aiuti ai gatti ben vengano, ma nel rispetto della legalità”

139

Riferimento ad un comunicato dello scorso 26 gennaio

ata - pc lecceLECCE – In riferimento al comunicato stampa del 26 gennaio u. s. e ad un post su FB, in cui si legge che l’Assessore Guido ha inteso stanziare dei fondi per il soccorso e la salvaguardia dei felini della città, l’Associazione ATA-PC Lecce (Associazione Tutela Ambiente, Animali e Protezione Civile) esprime il suo apprezzamento nei confronti di tale iniziativa, forse un po’ troppo prossima alla data di scadenza dell’amministrazione ma pur sempre encomiabile, così come degne di lode sono anche tutte le iniziative umanitarie e sociali a cui lo stesso assessore ha preso parte pur non coinvolgendo direttamente il suo assessorato.

“Indubbiamente, essendo dalla parte degli animali, pur apprezzando l’iniziativa e ritenendo che le cifre investite per i nostri amici a quattro zampe non sono mai troppe” afferma Giuseppe Albanese, Presidente dell’Associazione ATA-PC Lecce “ci chiediamo come mai, un Assessore che guarda al benessere degli animali senza tralasciare la trasparenza e la precisione non sia stato attento a destinare tali somme ad associazioni che hanno i requisiti previsti dalla legge sul volontariato (266/1991), quale appunto l’iscrizione da almeno sei mesi al registro regionale del volontariato, obbligatoria per poter accedere ai finanziamenti e alle convenzioni con gli enti pubblici. Stessa cosa dicasi per il soccorso agli animali feriti e in stato di necessità, per il quale sono necessari dei requisiti previsti dal Decreto Legislativo n. 217 del 2012 che prescrive le caratteristiche obbligatorie sia dei mezzi di soccorso che degli operatori. Ci auguriamo che, prima o poi, la politica metta da parte personalismi e, prima di intraprendere qualsiasi attività a tutela degli animali e/o dell’ambiente, riesca ad avere una precisa conoscenza delle leggi vigenti in materia”.