L’Amico Fritz in piazza Duomo a Cerignola

cerignola

Mercoledì la prima opera del progetto L’Arte in Scena è Opera Divina, completamente gratuita, con la direzione organizzativa di Tempus

CERIGNOLA (FG) – Dopo l’esperienza di “Tosca” in Piazza Duomo e “Cavalleria Rusticana” al Teatro Mercadante, il 5 settembre in Piazza Duomo a Cerignola andrà in scena “L’amico Fritz”, altra opera scritta nella città dauna da Pietro Mascagni.

Sarà il sagrato del meraviglioso Duomo Tonti, alle ore 21, ad accogliere questa opera dalle atmosfere alsaziane, preceduta dalla consegna del “Premio Pietro Mascagni – Amici della Città di Cerignola” e dal “Premio Prodotto Mascagnano dell’Anno”.

“Si tratta di un progetto volto a portare la cultura dell’opera lirica in Piazza, valorizzando le risorse territoriali migliori, al servizio dell’arte e della musica. La produzione degli eventi coinvolge professionalità di grande spessore qualitativo e nuovi volti, i giovani cantanti lirici selezionati con un bando pubblico”: così spiegano Antonio Piacentino e Marcello Colopi della società Tempus, che curano la direzione organizzativa del progetto L’Arte in Scena è Opera Divina, cofinanziato dalla Regione Puglia – FSC 2014/2020 Investiamo nel vostro futuro.

Nei panni della graziosa Suzel il soprano Natalizia Carone, Fritz Kobus invece è il tenore Roberto Cervellera, Mariella Zito è Beppe lo zingaro, Antonio Stragapede il rabbino David, Stefano Sorrentino e Cui Xin sono gli amici di Fritz e Brigida Catanzaro è la governante Caterina.

Una musica bellissima e commoventissima accompagna questa complessa opera lirica, scritta proprio a Cerignola nel 1891 e non più rappresentata dal Dopoguerra.

La regia è affidata a Mara Monopoli, anche direttore artistico del progetto, il direttore d’orchestra e maestro concertatore è il Maestro Leonardo Quadrini e il direttore di coro Pino Maiorano. In scena ci saranno l’Orchestra e il Coro “Pietro Mascagni”, il Coro Opera Scuola Ragazzi, con gli allievi degli istituti scolastici “Pavoncelli”, “Padre Pio” e “Don Bosco”, il Coro multilingue Franglish Chorus e il complesso bandistico Città di Cerignola.

Grande è lo sforzo organizzativo di questa progettualità tutta pugliese che vede coinvolti in primis il Comune di Cerignola, capofila del progetto, in collaborazione con Tempus srls di Antonio Piacentino e Marcello Colopi, Ciessepi, Torre Brayda e Fondazione Zingarelli, con il patrocinio della Fondazione Matera 2019.