La Regione Puglia porta a 10 milioni il fondo per girare i film

6
Carlo Verdone durante le riprese di “Si vive una volta sola” in Puglia

BARI – La Giunta regionale pugliese ha deliberato il raddoppio da 5 a 10 milioni della dotazione del fondo Apulia Film Fund: le nuove risorse permettono di finanziare altri 17 progetti filmici che si aggiungono alle 25 opere già finanziate per un totale di 42 produzioni tra lungometraggi, serie tv, documentari, cortometraggi e film d’animazione. Ne dà notizia in una nota Apulia Film commission.

“Il cinema, l’arte e la cultura in generale, sono componenti fondamentali della vita e sono un’importate leva per lo sviluppo economico del nostro territorio – dichiara l’assessore pugliese alla Cultura Massimo Bray – L’aumento del fondo rende ancora più attrattiva la nostra regione per le produzioni nazionali e internazionali”.

A fronte dello stanziamento complessivo di quasi 10 milioni di euro, le risorse che verranno spese e investite in Puglia da parte delle produzioni audiovisive, saranno superiori a 21,7 milioni. Non da meno è la ricaduta in termini occupazionali, il totale preventivato di lavoratori pugliesi assunti è pari a 1.331 unità, circa il 50% di maestranze complessivamente impegnate, cui si aggiungono comparse e figurazioni speciali. L’integrazione dell’Apulia Film Fund, quindi, consente di finanziare altre 17 opere filmiche: 9 lungometraggi, 2 serie tv, 1 documentario, 4 cortometraggi e 1 opera seriale di animazione.

“Stiamo lavorando – sostiene la presidente di Apulia Film Commission, Simonetta Dellomonaco – ad un piano strategico di rilancio post-emergenza, di cui l’Apulia Film Fund fa parte. Nei prossimi giorni saremo in grado di comunicarne i contenuti complessivi”.