La Polisportiva Paralimpica Elos di Bitonto riprende la propria corsa

7

il centro di avviamento allo sport paralimpico di bitonto riprende la propria corsa

BITONTO (BA) – Ripartono con entusiasmo e determinazione le attività della Polisportiva Paralimpica Elos di Bitonto, già Centro di Avviamento allo Sport Paralimpico. Impegnata su più fronti nella condivisione di obiettivi sportivi e formativi, la Elos torna in campo in totale sicurezza, dopo un periodo di stop dovuto alla situazione pandemica da COVID-19.

Un primo coinvolgimento stagionale è quello che vede la Polisportiva impegnata nel campo estivo “Così… per Gioco – Estate” 2021, organizzato dalla ASD e C “Laureati in Movimento” per la sua nona edizione consecutiva. Un campus fatto di sport, emozioni, divertimento, laboratori espressivi, manuali e narrativi, il tutto in un’ottica inclusiva e “per tutti”.

Sono stati riattivati, intanto, gli allenamenti del Centro di Avviamento allo Sport Paralimpico presso la tensostruttura “Borsellino”, centro sportivo polifunzionale, tre volte a settimana guidati da tecnici federali e laureati in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate. Un’impronta multidisciplinare, in cui ogni atleta può imparare a esprimere le proprie potenzialità e i propri talenti, attraverso un lavoro sistematico e strutturato. E da questo stesso percorso, lontano dall’essere meramente episodico o assistenzialistico, i primi eccellenti risultati stagionali ottenuti dall’atleta paralimpico Simone Colasuonno, di Palo del Colle e bitontino di adozione. Rientrato nella rosa dei 14 azzurri selezionati per far parte della Delegazione italiana della FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali), l’atleta della Elos è stato impegnato nelle gare del Mondiale VIRTUS (World Intellectual Impairment Sport) – l’organismo internazionale che regola le competizioni per atleti con disabilità intellettiva e relazionale – tenutosi in Polonia, a Bydgoszcz dal 7 al 14 giugno scorso.

Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli ha rivolto i propri complimenti, con un tweet, agli atleti con disabilità intellettivo relazionale, parlando di «grande impresa degli azzurri FISDIR ai Mondiali di atletica leggera».

Eccezionali sono stati, infatti, i risultati conquistati dagli azzurri in terra polacca, con 17 medaglie e uno straordinario quinto posto nei 5000 mt e un sesto posto nei 10000 mt piani per Simone Colasuonno. Grandi soddisfazioni per la realtà associativa bitontina e per tutti gli atleti paralimpici con essa tesserati, pronti a loro volta per partire verso la Sardegna, per partecipare al campionato internazionale di calcio a 5 “Cagliari No Limits”, una manifestazione altamente competitiva, dall’altissimo valore agonistico ed educativo.

La manifestazione prenderà il via il prossimo 21 giugno, ospitando 110 atleti con disabilità intellettivo-relazionale. L’obiettivo è quello di configurarsi come momento di alto valore sociale e inclusivo, offrendo la possibilità ai giovani atleti provenienti da tutta Europa di confrontarsi direttamente sul campo, attraverso il veicolo privilegiato di scambio e crescita che è lo sport paralimpico. Auspicio della Polisportiva Paralimpica Elos di Bitonto è quello di doppiare la vittoria ottenuta nell’edizione del 2019, grande risultato di squadra, contro il team iberico proveniente da Barcellona.

La possibilità di confrontarsi in panorami atletici e formativi di così ampio spessore, di condividere il senso ultimo del lavoro radicato e costante di un team, il riconoscere di aver superato i propri limiti e le proprie difficoltà: questo e molto altro è il bagaglio – individuale e collettivo – che, grazie all’azione coordinata e sostanziale del Presidente Franco Bonasia, il Direttore Tecnico Vito Sasanelli, dell’amministrazione comunale bitontina, delle famiglie degli atleti e del team di professionisti altamente qualificati, la Polisportiva Paralimpica Elos Bitonto colleziona, stagione dopo stagione, arricchendo la propria Storia personale e collettiva.