Javier Girotto e Vince Abbracciante in concerto a Cutrofiano per il progetto Daimon

2

javier girotto e vince abbracciante web

CUTROFIANO (LE) – Lunedì 2 agosto alle 21 in Piazza Municipio a Cutrofiano con il concerto di Javier Girotto e Vince Abbracciante prosegue Daimon, rassegna itinerante promossa dalla Cooperativa Ventinovenove, con la direzione artistica di Mary Negro e Gabriele Polimeno, in collaborazione con partner pubblici e privati. Il saxofonista argentino e il fisarmonicista pugliese presenteranno il progetto discografico “Santuario”, prodotto da Dodicilune, distribuito in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe. Il disco propone undici composizioni originali dei due musicisti e la rilettura de “L’ultima chance” di Luis Bacalov, tema principale della colonna sonora dell’omonimo film di Maurizio Lucidi. Non è certo la prima volta che il jazz e le tradizioni argentine s’innamorano fino a finire in un abbraccio vigoroso, simile a un tango impetuoso e improvviso. Non è neanche la prima volta che la fisarmonica, strumento popolare (se si può dire) che porta nel suo corpo l’eco di un misto di tutti i folclori del mondo, s’imbaldanzisce per uscire con delizia dal suo universo tradizionale. Ma Abbracciante e Girotto (che alterna sax soprano e bariton e il flauto delle Ande), lirici e molto melodici, cercando sempre conversazioni intimiste con i loro strumenti, hanno la sensibilità e il talento di alzare questo esercizio di “stile” al più alto grado di compimento estetico e di poesia sentimentale. Insieme dal 2015, i due artisti propongono una musica originale, regalando “nuovi ponti tra il jazz, il folclore, il tango”, improvvisazione libera e scrittura neoclassica con stralci malinconici e passionali, raffinatezza espressiva del loro universo musicale che si rivolge tanto all’anima quanto al pensiero introspettivo. Ingresso libero con offerta responsabile. Info e prenotazioni 3534294041 – 3395745559 – 329334515 – daimon@29nove.com

Daimon proseguirà con l’incontro con il filosofo Umberto Galimberti (22 agosto a Cutrofiano), gli spettacoli Emigranti Esprèss di Mario Perrotta (24 agosto a Galatone), Voce con Maria Mazzotta, Antonino De Luca, Silvio Gioia e le incursioni teatrali di Ventinovenove (29 agosto a Caprarica di Lecce), U Parrinu di e con Christian Di Domenico (15 settembre a Galatone) e alcune produzioni della Compagnia Ventinovenove. Sempre all’interno di Daimon, Ventinovenove propone la quarta edizione di “Crita. Festival delle arti” che, dopo Fabrizio Saccomanno, Miro, Antonello Taurino e Angela De Gaetano, si concluderà con Christian Di Domenico con “Mio fratello rincorre i dinosauri” (venerdì 6 agosto in in Piazza Cavallotti) e (data ancora da definire) “Lumie: apparenze pirandelliane” di Ventinovenove.

La rassegna itinerante Daimon e il festival Crita sono organizzati dalla Cooperativa Ventinovenove con la direzione artistica di Mary Negro e Gabriele Polimeno, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Cursi, Cutrofiano, Galatone, Caprarica di Lecce con il patrocinio di LegaCoop Puglia, Distretto produttivo Puglia Creativa e l’Università del Salento e con il sostegno della Regione Puglia nel Programma Straordinario 2020 in materia di Cultura e Spettacolo e, tramite il Teatro Pubblico Pugliese, nella programmazione Custodiamo la cultura in Puglia.