Inquinamento ambientale, sequestrata una cava in Salento

18

LECCE – I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce hanno sottoposto a sequestro preventivo una cava grande circa 100mila metri quadri, a Presicce-Acquarica, in Salento. Il reato contestato ai gestori è “inquinamento ambientale”, per aver abusivamente causato una compromissione e un deterioramento del suolo “significativi e misurabili”, come evidenzia il gip nel suo provvedimento.

Il sequestro è scaturito da un controllo effettuato lo scorso marzo, quando è emerso che l’attività estrattiva veniva effettuata senza alcun titolo autorizzativo e in violazione di numerose norme dettate dalla specifica normativa di settore, nazionale e regionale. Oltre all’area in questione, sono state sequestrate anche 13 macchine operatrici utilizzate per le operazioni di scavo. Il valore del sequestro ammonta a oltre un milione e 500mila euro.