Incontro in ARIF sui Premi per Obiettivi

60

manifestazione uila puglia

La Uila: “Entro fine mese la liquidazione del PpO 2018”

BARI – “La Uila chiedeva al Commissario ARIF, Oronzo Millo, un nuovo corso nella gestione manageriale dell’agenzia votato al pragmatismo, alla trasparenza ed all’attivazione di percorsi condivisi. L’incontro di oggi ci ha soddisfatti, la condivisione con i sindacati non solo di una linea di azione, ma anche degli atti propedeutici alla risoluzione di ataviche problematiche risulta l’atteggiamento vincente”. Così il Segretario Provinciale Uila Lecce, Mauro Fioretti, a latere dell’incontro conclusosi presso l’ARIF, cui hanno partecipato segretari e delegati di Fai, Flai e Uila, insieme al Commissario Milillo ed al Direttore degli U.D.G., Ugo Galli.

L’incontro sindacale aveva ad oggetto la questione del Premio per Obiettivi (PpO) relativi agli anni 2016 e 2018. Per il 2016 il Commissario ha chiesto altro tempo per svolgere ulteriori approfondimenti; sul 2018, invece, ha illustrato la bozza deliberativa circa la liquidazione dell’annualità che dovrebbe avvenire entro la fine di questo mese. Per il PpO 2019 le parti hanno concordato la costituzione di un apposito gruppo di lavoro tecnico composto dal Direttore U.D.G. Galli per Arif e dai delegati delle tre sigle sindacali, gruppo già convocato per giovedì prossimo (25 luglio) al fine di elaborare e condividere un’apposita piattaforma da sottoporre all’approvazione di tutto il tavolo tecnico.

Domani, invece, si terrà un altro incontro tra Commissario Milillo assistito dai consulenti legali ed i Segretari Generali di Fai, Flai e Uila, congiuntamente ai propri avvocati e agli RSA, per approfondire tematiche legate al percorso di stabilizzazione degli impiegati ex SMA.

Finalmente in ARIF qualcosa si muove e si muove perché, evidentemente, si comprendono le difficoltà dei lavoratori in merito a competenze non retribuite e certezze lavorative – afferma il Segretario Generale Uila Puglia, Pietro Buongiorno – plaudo all’iniziativa del Commissario volta a condividere, nella massima trasparenza, atti finalizzati a ‘mettere a norma’ la stessa agenzia in ossequio alle norme di legge e alle sentenze passate in giudicato. Avevamo chiesto tempi rapidi e visioni condivise: le nostre richieste si stanno concretizzando in azioni tangibili e questo va a tutto vantaggio dei lavoratori. Ora si facciano passi in avanti sul percorso di stabilizzazione per arrivare ad una felice conclusione in tempi ragionevolmente brevi.