Regione, incentivazioni per la realizzazione di Fiere in modalità “virtuale/digitale”

33

REGIONE – Nota dell’assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino: “Con una delibera approvata, su mia proposta, nei giorni scorsi, la Giunta regionale è intervenuta per supportare il sistema fieristico pugliese che sta attraversando una crisi gravissima causata dall’epidemia in corso da Covid-19.

In particolare, l’adozione, su tutto il territorio nazionale, delle necessarie misure di contrasto e di contenimento del contagio, ha portato alla cancellazione completa del primo semestre del Calendario fieristico regionale, con un impatto negativo molto significativo e cospicui danni economici su un settore storicamente di fondamentale importanza per la nostra economia, soprattutto nell’ottica di promuovere lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle nostre attività produttive e commerciali.

Per questo, al fine di evitare il collasso di questo comparto, con ripercussioni gravi di carattere sociale e sui livelli occupazionali, il Governo regionale ha ritenuto di intervenire anche al fine di incentivare la realizzazione di Fiere in modalità “virtuale/digitale” che possono rappresentare una interessante opportunità per questo settore.

É chiaro, infatti, che la necessità di garantire il distanziamento sociale crea non poche difficoltà al tradizionale svolgimento di manifestazioni fieristiche “in presenza”, pertanto intendiamo supportare lo sforzo degli organizzatori di riprogrammare gli eventi proponendo webinar, piattaforme di consultazione dei servizi, showcooking on line o altre iniziative simili. Da questo punto di vista, le Fiere virtuali possono offrire diversi vantaggi quali ad esempio quello di fornire agli espositori molteplici canali di promozione e di vendita, attraverso l’e-commerce, oltre ad ampliare l’offerta di servizi digitali e la durata degli eventi, consentendo da remoto la partecipazione ad un pubblico più vasto e diversificato.

Per questo la Giunta regionale ha deciso innanzitutto di posticipare di tre mesi (dal 30 maggio al 31 agosto) la data inizialmente prevista per la presentazione delle istanze finalizzate ad accedere al contributo regionale per lo svolgimento di manifestazioni fieristiche inserite nel calendario regionale, prevedendo al contempo di ammettere al contributo anche le edizioni “virtuali/digitali” delle fiere pugliesi, introducendo altresì dei meccanismi di snellimento burocratico per accelerare le modalità di pagamento del predetto contributo.

Si tratta di un’ulteriore iniziativa messa in campo dall’Assessorato allo Sviluppo Economico, in piena sintonia con il Presidente Michele Emiliano e con tutto il Governo regionale, per fronteggiare le conseguenze economiche della crisi causata dall’epidemia da Covid-19, sempre nel rispetto del principio che sta orientando tutte le nostre scelte in questi mesi complessi e cioè quello di non lasciare nessuno da solo ad affrontare queste difficoltà. La Regione Puglia conferma il suo impegno al fianco delle attività economiche, di ogni settore produttivo, per non lasciare indietro nessuno”.