In Puglia 70.000 fratture ogni anno: al via campagna di screening nelle piazze

9

puglia (cartina con puntini)

BARI – L’appuntamento con la salute delle ossa è lunedì 20 settembre dalle 9 alle 17 a Foggia: parte da qui il camper della campagna Il Piatto Forte, con il suo team di specialisti a disposizione dei cittadini per informare e sensibilizzare sull’osteoporosi e offrire un controllo gratuito sul rischio di fratture da fragilità. In Puglia il 18% della popolazione ha avuto un evento fratturativo e si verificano ogni anno circa 70.000 fratture, che possono essere conseguenza di osteoporosi non trattata.

L’iniziativa, realizzata grazie alla collaborazione di Amgen, multinazionale leader nelle biotecnologie farmaceutiche, FIRMO, APMARR, Echolight, Senior Italia e SIMG e con il patrocinio della Regione Puglia, nasce per supportare i cittadini pugliesi a conoscere, attraverso una valutazione gratuita, lo stato di salute delle proprie ossa e accrescere il grado di conoscenza su questa patologia silenziosa e spesso sottodiagnosticata, informandoli sul rischio di fratture da fragilità che oggi possono essere evitate grazie a un’adeguata prevenzione fatta di semplici regole: alimentazione corretta, attività fisica regolare e, se serve, un trattamento farmacologico tempestivo.

L’iniziativa vedrà eventi di uno-due giorni nelle piazze delle principali città pugliesi, dove saranno collocati un gazebo e un camper che consentiranno di effettuare screening gratuiti, senza che sia necessaria alcuna prenotazione; basteranno green pass e normali misure di tutela.

Attraverso un questionario e la misurazione della densità minerale ossea lo screening consente di valutare l’eventuale presenza ed entità del rischio fratture: a bordo del camper sarà utilizzato, da parte di personale specializzato, l’innovativo dispositivo EchoS (sviluppato da Echolight), il primo sistema per la valutazione precoce dell’osteoporosi con un semplice esame ecografico, rapido e accurato e senza l’utilizzo di radiazioni ionizzanti. Medici specialisti e nutrizionisti forniranno inoltre ai cittadini informazioni e suggerimenti per la prevenzione delle fratture da fragilità, rispondendo alle domande del pubblico e distribuendo materiale educazionale.