Il progetto dell’Asd La Scuola di Basket Lecce tra le iniziative selezionate dal bando della Chiesa Avventista a sostegno dei giovani

1

io gioco davvero

I progetti vincitori del bando, rivolto alle Associazioni Sportive Dilettantistiche attive su tutto il territorio nazionale, toccano temi importanti, dalla promozione dello sport come veicolo di inclusione sociale per i ragazzi disabili, alla lotta contro i disturbi alimentari favorendo l’adozione di uno stile di vita sano, fino alla realizzazione di attività sportive gratuite per i giovani più vulnerabili. È possibile contribuire alle campagne di raccolta fondi dedicate tramite una donazione su Produzioni dal Basso

LECCE – Sono online su Produzioni dal Basso – prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation – i 4 progetti vincitori del bando “IoGiocoDavvero”, lanciato dalla Chiesa Avventista per cofinanziare, grazie ai fondi dell’8X1000, iniziative proposte dalle Associazioni Sportive Dilettantistiche attive su tutto il territorio nazionale che abbiano come protagonista lo sport, inteso come mezzo per promuovere l’adozione di uno stile di vita sano e l’inclusione sociale, in particolare tra i giovani.

Se i progetti selezionati riusciranno a raggiungere in crowdfunding il 50% dell’obiettivo economico previsto, saranno cofinanziati dalla Chiesa Avventista per il rimanente 50%, fino a un massimo di 5.000 euro.

Quella della Chiesa Avventista è un’iniziativa pionieristica: è la prima volta, infatti, che una Chiesa sceglie di destinare una quota della raccolta dell’8X1000 a un progetto in crowdfunding.

I 4 progetti toccano temi molto diversi tra loro e si sviluppano da Nord a Sud della Penisola. L’ASD piemontese Nessuno Fuorigioco, per esempio, ha promosso un progetto con focus sull’integrazione sociale – resa possibile proprio attraverso lo sport – dei bambini ipovedenti e non vedenti, che spesso non possono usufruire di strutture adatte a loro, dovendo così rinunciare all’attività motoria. Obiettivo del progetto è consentire a questi bambini, con l’aiuto di volontari e allenatori, di prendere consapevolezza del proprio corpo ed esplorare l’ambiente circostante in tutta sicurezza, attraverso il coinvolgimento in attività dedicate, che uniscono divertimento e possibilità di muoversi liberamente.

In Abruzzo, il progetto dell’ASD futsal Vasto, attiva nell’omonima cittadina, ha una duplice finalità: combattere i disturbi alimentari tra i giovani favorendo l’adozione di uno stile di vita sano e promuovere il consumo critico, in particolare attraverso l’acquisto di prodotti locali e di qualità.

Il territorio della Montagna Pistoiese è invece la cornice entro la quale si sviluppa il progetto dell’ASD Dynamo Sport, che mira a espandere l’offerta di attività sportive gratuite coinvolgendo almeno 20 bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 19 anni residenti nella zona e individuati in collaborazione con i Servizi Sociali, con l’obiettivo di favorirne il benessere fisico e psicologico proprio grazie allo sport. Il progetto, inoltre, prevede la realizzazione di 4 incontri a tema rivolti agli abitanti delle comunità montane del pistoiese, che toccheranno temi come l’empowerment femminile, la cittadinanza attiva e i beni comuni, l’importanza di uno stile di vita sano e le testimonianze di figure di rilievo del mondo dello sport.

Il quarto progetto, “Noi siamo 1”, promosso da l’ASD La Scuola di Basket Lecce, prevede il coinvolgimento di ragazzi normodotati e diversamente abili in un’unica squadra: il Baskin (basket e integrazione), con l’intento di valorizzare la partecipazione di tutti, senza alcuna discriminazione. In questo team speciale, ognuno potrà contribuire in base alle proprie capacità, mettendole al servizio dei propri compagni per fare un vero e proprio lavoro di squadra.