Il Comune di Lecce passa all’Anagrafe nazionale

logo comune Lecce

Più semplice il dialogo tra pubbliche amministrazioni a vantaggio dei cittadini

LECCE – Dal prossimo 14 dicembre il Comune di Lecce entrerà a far parte dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr), una banca dati centralizzata che subentrerà alle Anagrafi comunali e all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero (AIRE). Questo passaggio consentirà di superare la frammentazione dei dati anagrafici sulla popolazione – più di 8.000 diverse banche dati gestite dai singoli Comuni – garantendo un dialogo più semplice tra gli enti e semplificando e velocizzando le attività dei cittadini relative ai cambi di residenza, censimenti, iscrizione e cancellazione dalle anagrafi o richieste della carta d’identità elettronica.

Per permettere l’aggiornamento del software finalizzato al passaggio all’anagrafe nazionale l’Ufficio Anagrafe, situato in via Aldo Moro, resterà chiuso giovedì 13 dicembre.

Il Comune di Lecce si adegua alla nuova normativa – dichiara l’assessore ai Servizi demografici e statistici, Sergio Signore – un passaggio importante questo che semplifica la vita dei nostri concittadini. Si velocizzeranno, infatti, i tempi delle pratiche più richieste, come i cambi di residenza o gli atti di stato civile, nascite, decessi, pubblicazioni di matrimonio. Anche i tempi di risposta saranno più brevi e ogni cittadino potrà ottenere certificati in qualsiasi comune si trovi“.

“Un progetto ambizioso quello dell’Anagrafe nazionale – dichiara il vicesindaco e assessore all’Innovazione tecnologica, Alessandro Delli Noci – un vero salto di qualità dei servizi al cittadino nel quadro della digitalizzazione e semplificazione delle procedure burocratiche. I numerosi vantaggi infatti saranno proprio possibili grazie ad una banca dati centralizzata che permetterà una consultazione diretta dei dati anagrafici dei Comuni, e che renderà possibile il reperimento di informazioni senza la necessità di richiederle via fax, via mail o per telefono“.