Il castello in miniatura “online” al Castello Carlo V di Lecce

0

la notte dell’europa

LECCE – Proseguono anche durante le vacanze natalizie gli appuntamenti di Attraverso il castello, progetto di valorizzazione del Castello Carlo V di Lecce, nato dalla collaborazione tra la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi e Lecce e le associazioni di promozione sociale 34° Fuso e The Monuments People.

Fino al 9 gennaio, tutti i giorni, sarà possibile partecipare al tour (con sei turni alle 10:30-11:30-12:30-16-17-18, senza prenotazione) che permetterà ai visitatori di immergersi nella storia e negli ambienti del Castello esplorando prigioni, camminamenti di ronda, Cappella di Santa Barbara, Museo della Cartapesta e gallerie sotterranee. Dalle 10:30 alle 13 e dalle 16 alle 19 (ingresso gratuito), inoltre, nel Bastione Santissima Trinità è visitabile la mostra fotografica “La notte dell’Europa” di Andrea Gabellone.

Dal 4 al 6 gennaio (dalle 18) si spostano online gli ultimi appuntamenti de “Il castello in miniatura”, ciclo di laboratori e attività per bambine e bambini. In programma le letture “Il sogno di Fernandino” (martedì 4), “I dubbi del signor Giangiacomo” (mercoledì 5) e “Tommasino e il pozzo magico” (giovedì 6).

Mercoledì 5 gennaio (dalle 18 alle 21 – ticket 15 euro) dal Castello prosegue “72! La meraviglia…di Lecce”. Un percorso tutto natalizio che si snoderà per le vie del capoluogo salentino con una speciale visita guidata e una tombolata itinerante: i numeri della tradizionale Smorfia Napoletana infatti diventeranno, di volta in volta, il pretesto per scoprire tesori nascosti nei vicoli del centro storico e negli spazi dell’antico maniero. Un divertente tour in cui un ironico folletto “darà i numeri”! Per ogni tombolata che si rispetti inoltre, ambo, terno, quaterna, cinquina e tombola conquisteranno dei premi che potranno essere ritirati alla fine percorso nella Piazza d’Armi.

“Attraverso il Castello” nasce con l’obiettivo di rendere il Castello Carlo V, la più grande struttura fortificata pugliese, luogo di condivisione e incontro, punto di riferimento per l’intera comunità. Costruito in età medievale a ridosso delle mura dell’abitato, subì numerose ristrutturazioni nel corso dei secoli successivi con interventi in età federiciana, angioina e aragonese. L’edificio, che ospitò Maria d’Enghien e Giovanni Antonio Orsini del Balzo, era circondato sui quattro lati da un profondo fossato. L’aspetto attuale è dovuto agli interventi voluti da Carlo V nella prima metà del Cinquecento e condotti dall’architetto Gian Giacomo d’Acaya. La visita delle nuove aree recentemente restaurate e aperte al pubblico del Castello consiste in uno speciale percorso alla sorprendente scoperta della sua storia in cui i visitatori sono accompagnati da una guida abilitata, con la visione di contenuti multimediali.

La rassegna “Natale al Castello” è sostenuta da Palazzo BN, residenza turistica nata nell’ex sede del Banco di Napoli, edificio costruito negli anni ’30 a due passi dal Castello, che ha dimostrato interesse non solo per le attività rivolte ai turisti per favorire la scoperta delle bellezze e della storia della città ma anche per quelle rivolte alla comunità, avviando importanti partnership per il territorio. La rassegna inoltre si avvale della collaborazione degli storici Magazzini Del Coco che, per l’occasione, hanno allestito il punto accoglienza di Attraverso il Castello facendolo immergere in quella magia di luce e colori che solo il Natale con i suoi addobbi sa creare e della Cantina San Donaci che dopo la partecipazione ad “Autunno al Castello” ha voluto riconfermare il suo impegno.