Giorgio Solfrizzi, la storia di un ragazzino appassionato di moda

223

giorgio solfrizzi (verticale vestito di bianco con saracinesca))

L’intervista

BARI – Una giovanissima promessa si sta ritagliando uno spazio sempre più importante nel settore della moda che sta dimostrando di avere le carte in regola per affermarsi come un’eccellenza pugliese e italiana. Si tratta di Giorgio Solfrizzi, nato a Bari e residente in Puglia, è l’unico fashion blogger di 14 anni a collaborare con brand del lusso come Etro, Dsquared2, Burberry, Missoni, Neil Barrett ed e-commerce come Yoox e Farfetch.

Appassionato da sempre grazie a sua madre, ha iniziato a raccontare e dare consigli di stile a soli 11 anni attraverso il mio profilo IG ed il suo blog, www.giorgiosolfrizzi.com, anche grazie al suo “fratellone”, ovvero il suo fotografo e manager.

Non è facile per un ragazzino crearsi un’immagine e uno spazio nel mondo della moda – afferma – ma pian piano ce la sto facendo impegnandomi molto in ciò faccio“.

Abbiamo pensato di intervistarlo per conoscerlo meglio.

 

– Quando hai scoperto questa tua passione e come ti sei avvicinato a questo mondo?

– “Sono da sempre un grande appassionato della moda grazie a mia madre, grande sostenitrice, e mio fratello, anch’esso appassionato da quando è piccolo. Ahimè ho sempre visto questo mondo più distante da me e dalla mia realtà ma ho cercato di sfruttare i social al meglio per abbattere questo muro e raggiungere i miei obiettivi e grandi sogni“.

– Nonostante la tua giovanissima età, ti stai già raffrontando con realtà di rilievo. Come ti rapporti con esse?

– “Non ho mai avuto il terrore di relazionare e parlare con gente più matura o competente di me, credo che bisogni sempre mettersi in gioco e cogliere il meglio là dove è possibile. Poter lavorare in un mondo formato principalmente da adulti mi da solo tanta grinta per realizzarmi il prima possibile“.

– Il fatto di raccontare la tua attività, che è la tua passione, sul blog e su Instagram, che spinta dà a livello promozionale e personale a ciò che fai?

– “Io sono ciò che sono a questa età grazie ai social e al mio spazio su internet quindi posso dire che dia tutta o quasi la spinta. Internet, e tutto ciò che ne deriva, secondo me esiste per realizzare le folli idee di grandi sognatori come me“.

– Ti sei creato uno spazio anche su You Tube dove sei protagonista di un format molto seguito, com’è nato e com’è strutturato?

– “Ebbi una telefonata completamente dal nulla in cui mi proponevano di condurre questo format per YouTube basato su moda e stile, ovviamente chi sarebbe stato meglio di me per questo ruolo. Mi ha aiutato tanto e mi ha aperto gli occhi infatti al giorno d’oggi il mio più grande sogno è quello di condurre un programma in TV coerente con la mia passione; chissà che cosa potrà accadere, ho tanti progetti top secret in ballo ma appena sarà tutto certo sarò lieto di svelarveli“.

– Sicuramente non è facile per un ragazzino crearsi un’immagine e uno spazio nel mondo della moda. Come ci stai riuscendo e che consigli ti senti di dare a chi, come te, insegue le sue passioni?

– “È stata una lunga scalata e io sono ancora all’inizio però so di potercela fare, infatti ce la sto mettendo tutta per realizzarmi. Il consiglio che darei a chi vuole seguire le proprie passioni? Siate sicuri di voi stessi e ascoltate solo le critiche costruttive, il resto è noia“.

– La Puglia ha sfornato tante eccellenze a livello artistico e culturale (nel Cinema, nella Tv, nel Teatro, nella Musica, ecc.). Per te questo aspetto può essere uno stimolo?

– “Per me, come ho già detto prima, è tutto un continuo stimolo per andare avanti. Il mio obiettivo è fare meglio di ciò che altri della mia meravigliosa terra abbiano già fatto, vedremo tra qualche anno dove e chi sarò!“.