Gang, Mino De Santis, Crifiu e Franza per Eos Festival a Bagnolo del Salento

2

gang

LECCE – Gang, Crifiu, Mino De Santis e Franza sono gli ospiti della prima edizione di Eos Festival che si terrà sabato 14 e domenica 15 agosto alle 21:30 in Piazza San Giorgio a Bagnolo del Salento. Ideata e organizzata da Dilinò, in collaborazione con il comune di Bagnolo del Salento e con l’associazione Gli Amici di Bagnolo, la manifestazione rientra nella Programmazione Puglia Sounds Live 2020/2021 della Regione Puglia (FSC 2014/2020 – Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro). Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti con prenotazione consigliata nel rispetto delle attuali normative normative anticovid19. L’area concerti ospiterà stand gastronomici food & beverage. Official Partner Menhir Salento. Media Partner Ciccio Riccio.

Si parte sabato 14 agosto con il concerto dei Crifiu, una delle migliori band che la Puglia sta esportando in tutta Italia e oltre i suoi confini, che presenteranno uno spettacolo inedito attingendo alle proprie hit, da Rock & raï ad Al di là delle nuvole, da Un’estate così a Mondo Dentro, fino al nuovo singolo di fresca pubblicazione “Otranto”, in un concerto nuovo e dal forte impatto live ed emotivo. La serata sarà aperta dal live set di Franza che presenterà il suo nuovo lavoro, Love Chain Ep. Profondamente influenzato dalle ritmiche della deep house e della world music, il dj, compositore, produttore salentino propone soluzioni armoniche e melodiche della musica jazz e sperimentazioni sonore contemporanee.

Domenica 15 agosto, in esclusiva in Puglia per EOS Festival, sul palco un pezzo della storia del rock d’autore italiano: i Gang dei fratelli Severini. La band marchigiana dai primi anni ’80 ha scritto pagine importanti della musica e della cultura nostrane, partendo dalla folgorazione dei Clash (erano appunto definiti i Clash italiani) sino a tracciare l’alveo su cui muoveranno centinaia di progetti italiani. In apertura spazio al cantautore salentino Mino De Santis, testimone di usi e tradizioni del meridione e del Salento, di storie di vita tra il triste e il comico, senza perdere mai l’ironia e la musicalità tipica dei cantautori italiani. In scaletta, oltre ai suoi brani divenuti ormai “classici”, anche le canzoni di “Sassidacqua”, ultimo progetto discografico pubblicato dall’etichetta Il Cantiere con la produzione esecutiva dell’Associazione Civilia, nel quale duetta con Giuliano Sangiorgi, il leader dei Negramaro, nel brano “Caddhripulina”, e che vanta la presenza delle cantanti Cristina Verardo e Marta De Giuseppe.

Eos Festival nasce con l’idea di inaugurare una nuova stagione di concerti e attività live nel Salento, soprattutto, dopo il periodo di chiusura di ogni forma di spettacolo e di pausa forzata a causa della pandemia da coronavirus per gli artisti e i lavoratori dello spettacolo. Eos è l’alba, l’aurora, il nuovo giorno che giunge ad illuminare l’orizzonte dopo la notte. Per i Greci è la divinità dalle rosee dita. Il Salento, la Puglia, terre del Mediterraneo dove la civiltà greca ha fiorito cultura e identità diventano, oggi, terre di rinascita. Dopo mesi di silenzio, si riaccendono gli impianti audio e le luci, ritornano gli strumenti sui loro luoghi più naturali, i palchi e riparte la musica. La gente ritorna nelle piazze a riassaporare il gusto e i profumi dell’estate mediterranea. Una nuova aurora, una nuova stagione, il canto che ritorna a splendere. Una nuova primavera. È questo Eos Festival: due giornate che vedranno protagonista la musica live, nel rispetto della normativa vigente, con uno sguardo al futuro della musica dal vivo e ad un orizzonte dove Eos torna a splendere con le sue dita di rosa. Un nuovo tempo dove pubblico e artisti tornano a incontrarsi.