Gallipoli: donna alloggia in un B&B senza pagare, denunciata dalla polizia

45

Polizia

LECCE – “Sono da queste parti per assistere delle persone malate in ospedale”. Con questa giustificazione, una donna di 48 anni proveniente dalla provincia di Pescara si era presentata, agli inizi del mese, al gestore di un B&B di Mancaversa, ottenendo un’ospitalità oltremodo cordiale in ragione della nobile causa che la costringeva a permanere nel Salento.

Accompagnamenti con la macchina della struttura da e per la stazione ferroviaria da cui era solita prendere il treno per spostarsi, colazione più gentilezze e cortesie di diverso tipo a costo zero, come purtroppo scoprirà più avanti il gestore. Difatti, dopo la breve permanenza, la donna non ha fatto più rientro nella struttura per saldare il conto, trattenendo con sé persino le chiavi della sua camera. Particolare, questo, che ha insospettito il proprietario del B&B, il quale non ha esitato a presentare una denuncia al Commissariato di Gallipoli una volta capito di essere stato raggirato.

La polizia, dopo diversi accertamenti e alcuni controlli incrociati, in quanto la donna aveva lasciato al gestore della struttura anche un numero di cellulare inesistente, ha comunque rintracciato la donna che è stata denunciata in stato di libertà per insolvenza fraudolenta e appropriazione indebita. Dalle indagini non è sfuggito che la donna non fosse nuova a queste particolari formule di “pacchetto vacanza”, visto che in altre circostanze aveva raggirato albergatori ed esercenti commerciali di diverse località italiane.