Galatone, il 5 dicembre l’Histoire du Soldat con l’ensemble Oles

17

Al Teatro Comunale per la stagione di teatro e musica ‘Teatri dell’Agire’ 2023/24 l’Orchestra sinfonica di Lecce e del Salento in una particolare esecuzione di Stravinsky

GALATONE – Proseguono a Galatone, le attività del Teatro Comunale con la stagione di teatro e musica ‘Teatri dell’Agire’ anno 2023/24. Dopo una narrazione dedicata al femminile, con lo spettacolo ‘A forza di Essere Donna’ e il concerto ‘La musica è Donna!’ diretto da Silvia Massarelli, la programmazione continua martedì 5 dicembre (sipario ore 20.30), con l’ensemble Oles diretto da Giovanni Pellegrini, in una particolare esecuzione di Stravinsky, l’Histoire du Soldat. Voce Narrante per Il Narratore-Il Soldato-Il Diavolo sarà quella di Salvatore Della Villa.

La stagione, curata dal direttore artistico Salvatore Della Villa in sinergia con il Comune di Galatone e con l’Orchestra Oles, proseguirà fino a maggio 2024.

Histoire du soldat, è un’opera da camera composta da Stravinskij nel 1918 su libretto in francese di Charles-Ferdinand Ramuz. Essi ebbero allora l’idea di far fronte alla ristrettezza economica in cui si trovano nel 1917 in Svizzera, creando un’opera teatrale ambulante con una rappresentazione semplice che richiedesse pochi strumenti. Stravinskij, pensando ad una storia burlesca da cantare e recitare, creò un intreccio basato essenzialmente su due racconti, Il soldato disertore e il diavolo e Un soldato libera la principessa ispirate vagamente al mito di Faust. Poiché la rappresentazione doveva essere itinerante, la strumentazione doveva poter essere facilmente trasportabile; per questo motivo Stravinskij scelse tra gli archi un violino e un contrabbasso, tra i legni, un clarinetto e un fagotto, tra gli ottoni una cornetta e un trombone e alcune percussioni con un solo esecutore.

L’opera del grande autore travalica il suo tempo ponendosi nell’ avanguardia musicale del Novecento. La musica è un susseguirsi di varie forme musicali, come la marcia, il concerto, e il corale intessute in una trama compositiva costituita da tante tessere.

Se confrontata ai precedenti lavori di Stravinskij, la partitura di quest’opera appare quanto mai asciutta e scarna; le fonti di ispirazione sono però le più varie possibili, si va dal tango argentino al valzer, alle fanfare svizzere, al ragtime, al paso doble. Fondamentale per il musicista è stata la scoperta del jazz avvenuta proprio in quegli anni tramite partiture portate dall’America.

La storia: un soldato, tornato a casa per una licenza, viene blandito dal diavolo che gli sottrae il violino in cambio di un libro capace di realizzare ogni suo desiderio. In tre giorni tutti i suoi sogni si realizzano, ma al risveglio, tornato a casa, si rende conto che sono trascorsi tre anni, sua moglie si è risposata e il suo posto nel focolare domestico è stato rimpiazzato. Ridiventato povero, il soldato riprende il cammino del profugo, giunge nel regno governato da un re la cui figlia malata sposerà chi sarà capace di guarirla. Con il suo violino, riconquistato al diavolo con uno stratagemma, seduce la principessa che, danzando un tango, un valzer e un ragtime, cade fra le sue braccia. Il tradizionale lieto fine viene tuttavia rovinato dal diavolo che reclama il violino e l’anima del soldato come stabilito dal patto.

Prossimo spettacolo, in replica il 22 dicembre (ore 20.30), 26 dicembre (ore 18.30) e 5 gennaio (ore 18.30) sarà ‘Canto di Natale’ dall’opera di Charles Dickens, per la regia di Salvatore Della Villa.

È inoltre avviato da ottobre la SCUOLA DI TEATRO Centro di Formazione e Ricerca dell’Attore diretto da Salvatore Della Villa, che propone 3 corsi, adulti – bambini e ragazzi – dizione. L’obiettivo è quello di formare giovani Attori che sappiano stare sul palcoscenico, con presenza, che si sappiano muovere, saper usare la voce, parlare bene, ricercare la propria poetica e trovare nell’arte della recitazione e del Teatro, la lo loro necessità artistica. E per coloro che hanno meno velleità e curiosità vivere armonicamente e con gioco, la loro passione.

PORTA 20.00 – SIPARIO 20.30

Costo Biglietto Posto unico € 5

Info e Prenotazioni:

Prenotazione telefonica o con WhatsApp al 329.7155894

I biglietti, una volta prenotati, potranno essere acquistati presso il botteghino del teatro, prima di ogni spettacolo.

TEATRO COMUNALE DI GALATONE – Via A. Diaz 48 Galat