Funkoff e Serena Brancale, live in piazza a Conversano

51

 

CONVERSANO (BA) – FUNKOFF e SERENA BRANCALE insieme a Conversano! Un progetto speciale che unisce la più importante e longeva marchin’ band funky italiana, ad una delle voci più talentuose e seducenti della scena musicale italiana.

Per l’occasione verrà omaggiato il classico tema sinfonico “Vita Pugliese” con una moderna rivisitazione funky, a sottolineare l’attitudine comune fra la tradizione bandistica e le marching band d’ispirazione americana.

L’evento esclusivo, per la rassegna “Borgo di Natale – Conversano”, si terrà domenica 9 gennaio 2022 in piazza XX Settembre, con inizio alle ore 21:00

L’ingresso è gratuito ma limitato a 300 posti, su prenotazione online dal sito Eventbrite.it. Sarà possibile prenotare dalle ore 10:00 del 28 dicembre.

Funkoff
Dopo 20 anni di attività e più di 800 concerti possiamo dire che i Funkoff non solo sono la prima funky marchin’ band italiana, ma che hanno letteralmente dato un senso nuovo alla parola Marchin’ Band in Italia. Hanno infatti legato a quest’accezione un tipo di musica, che unisce il groove della black music ad arrangiamenti di tipo jazzistico, ad uno stile e ad una melodia italiana, a movimenti e coreografie di grande impatto visivo ed emotivo. Sulla loro scia decine e decine di gruppi simili sono nati in Italia, ma la loro energia, la loro grinta, il loro affiatamento e l’originalità della loro musica, scritta e arrangiata da Dario Cecchini, fondatore e leader della band, sono uniche ed inimitabili!

Serena Brancale
Serena Brancale è una delle voci più talentuose della scena musicale italiana. È riuscita a conquistare il grande pubblico con la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2015 dove ha presentato una versione raffinatissima del suo brano “Galleggiare”, contenuta nell’omonimo album uscito con la WARNER MUSIC ITALY. Dotata di una voce scura e versatile, in questo nuovo progetto decisamente nu-soul, con la sua creatività attraversa funk, jazz e R’n’B strizzando l’occhio al rap ma senza mai dimenticare i moderni suoni dell’elettronica. Dotata di una forte inclinazione nel valicare confini sonori, la cantante riesce fisiologicamente a “manipolare” con grande disinvoltura i diversi generi, attraverso le sue inedite composizioni.