Ferisce il padre con un coltello, arrestato 28enne a Cassano delle Murge

18

CASSANO DELLE MURGE – Avrebbe minacciato di morte il padre 61enne e poi lo avrebbe colpito con un coltello da cucina, ferendolo in varie parti del corpo e provocando le lesioni più gravi alla testa. E’ accaduto a Cassano delle Murge, dove i carabinieri hanno arrestato un 28enne con l’accusa di tentato omicidio. L’aggressione, al termine di un litigio, è avvenuta in piena notte in casa di una famiglia di origini albanese.

All’ennesimo diverbio riconducibile alla difficile convivenza familiare il figlio, disoccupato, avrebbe prima minacciato di morte il padre e poi, in presenza della madre che lo invitava invano a desistere, avrebbe afferrato un coltello da cucina della lunghezza di 20 centimetri colpendolo in varie parti del corpo e anche al capo, dove il 61enne ha riportato le lesioni più importanti.

Il padre è riuscito a fuggire a piedi con la moglie e a chiedere aiuto ai carabinieri, che hanno ricostruito l’intera vicenda e i comportamenti vessatori del figlio che andavano avanti da tempo nei confronti del padre, mai denunciati prima. L’uomo, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Acquaviva delle Fonti, è stato ricoverato con prognosi di 30 giorni per le ferite riportate alla testa. Il 28enne, rintracciato e arrestato dai militari dell’Arma poche ore dopo i fatti, è stato portato in carcere con l’accusa di tentato omicidio, aggravato dal vincolo di parentela e dall’uso del coltello.