Fake news, social e tutela del diritti in Rete: il professor Ruben Razzante ne parla al Lions Club Lecce Tito Schipa

18

ruben razzante

LECCE – Il caso TikTok, evidenziando i rischi presenti in Rete in cui possono incappare i minori, ha inasprito la contesa sul ruolo dei social e riportato tra le priorità la necessità di regolamentare e disciplinare i diritti e i doveri degli utenti attivi su queste piazze virtuali oltre alle responsabilità delle piattaforme.

Il prof. Ruben Razzante affronterà questi e altri temi in un webinar organizzato dal Lions Club Lecce Tito Schipa dal titolo “Fake news, social e tutela dei diritti in Rete” che si terrà mercoledì 3 febbraio 2021 alle 21.

È chiaro – ritiene il prof. Ruben Razzante – che ci sono dei reati e delle leggi nazionali, rispetto ai quali interviene l’autorità giudiziaria. Il problema non si pone con il sociale network che, se allertato, provvede a rimuovere e collaborare. Ci troviamo nel delicato crinale tra libertà di opinione e libertà di offendere, libertà di ledere la dignità delle persone. Io ritengo che un soggetto privato, senza legittimazione democratica, non possa arrogarsi il diritto di censurare delle opinioni. Sarebbe opportuno sviluppare uno statuto giuridico sovranazionale per la gestione dei contenuti online sui social network finalizzato a individuare dei confini rispettando il diritto fondamentale della libertà di espressione”.

Per superare le interpretazioni tra i diversi Paesi, il professor Razzante immagina un tavolo di lavoro permanente che si riunisca periodicamente per stabilire le policy, considerando le situazioni e le percezioni degli Stati. “C’è una percezione diversa dell’istigazione all’odio, ad esempio, così come delle fake news –conclude Razzante- Una soluzione potrebbe essere quella proposta anni fa dall’allora Presidente dell’Autorità Antitrust, Giovanni Pitruzzella, di creare una rete di authority che vigili sui social in base a una griglia di parametri uniformi. Nel caso in cui un utente scrivesse un contenuto fake su un cittadino irlandese, l’autorità statale dell’Irlanda interpellerebbe quella italiana e ne valuterebbero le violazioni”.

L’appuntamento con il prof. Ruben Razzante è mercoledì, 3 febbraio, alle 21.00 su Meet, al link: meet.google.com/qhh-tknp-byu