Entra nel vivo il ricco cartellone di eventi Molfetta in Luce in vista del Natale

4

molfetta in luce

La Santa Allegrezza in tour, Cantine di Natale, il Sacro sud di Enzo Avitabile e l’Omaggio a Caruso di Danilo Rea solo alcuni degli eventi in cartellone

MOLFETTA (BA) – Dopo l’accensione dell’albero in via Dante, alla presenza del sindaco Tommaso Minervini, la sera dell’Immacolata, è definitivamente entrato nel vivo Molfetta in luce. Il caleidoscopio di iniziative che sta animando la città di Molfetta dal 4 dicembre 2021 continuerà ad illuminare anime, strade, negozi, centro e periferie della cittadina sino al 6 gennaio 2022. Il calendario di eventi è organizzato dal Comune di Molfetta, gli assessorati al Marketing territoriale e alla Cultura e dal Distretto urbano del commercio (DUC). Il nome è emblematico, la luce infatti è un simbolo che, dopo l’emergenza della pandemia, è beneaugurale per il ritorno alla vita con uno spirito nuovo. La rassegna di eventi del periodo natalizio, che si snoda in oltre sessanta iniziative e colora e anima tutta la città, intende favorire l’accesso del grande pubblico alle vie dello shopping, tra mille luci e colori delle luminarie d’autore, il cui progetto luci è sotto la direzione artistica di Elio Colasanto. Molfetta in Luce non è solo un percorso di luminarie artistiche tra le arterie più note, ma un ricco calendario di spettacoli e mostre, degustazioni e mercatini, animazione e musica e un tour della Santa Allegrezza, una delle tradizioni più antiche e sentite, che ravviva il cuore di tutta la comunità, dei visitatori dalle città limitrofe e dei turisti pronti ad immergersi nel vero spirito natalizio. Ci sono storie e tradizioni che vanno tutelate per non andare perdute e che si arricchiscono anche grazie all’attenzione di chi vuole conservarle. Continua infatti il tour itinerante della Santa Allegrezza, riprendendo l’usanza popolare di comitive e gruppi che, in occasione delle festività, intonano per le vie della città canti natalizi tradizionali. Venerdì 17 dicembre potremo ascoltarla in Largo Sant’Angelo dalle ore 19,00 e in via Baccarini dalle ore 20,00, interpretata dal gruppo Dvorak con Pantaleo Annese e Federico Ancona. Sabato 18 dicembre Il Carro dei Comici e Rosae Melodiae canteranno la Santa Allegrezza presso la Banchina Seminario dalle ore 19,00 e in Corso Umberto dalle ore 20,00. Martedì 21 dicembre il gruppo ‘La raffineria dell’Allegrezza’ sarà presso il Centro antiviolenza in Piazza Rosa Luxemburg dalle ore 18,30. Il tour si concluderà in piazza Paradiso a partire dalle ore 19,30 con un gran finale dei gruppi che si sono esibiti nei quartieri della città per cantare i canti di Natale e la Santa allegrezza tutti in coro. Una reunion pronta ad emozionare e a rinverdire la magia del Natale.

Grandi nomi saranno in città per concerti che rimarranno nell’immaginario per molto tempo, come quello di Enzo Avitabile e Danilo Rea. Ma l’offerta culturale è vasta e per tutti i palati.

Dal prossimo fine settimana, da venerdì 17 sino al 19 dicembre, dalle ore 20,00 sino a mezzanotte, nel centro storico si potranno degustare vini e prelibatezze grazie a “Cantine di Natale”, in un ventaglio di luci, musica e teatro a cura dell’associazione Athletic con la collaborazione del Sermolfetta, in partnership con Metropolis. Un percorso enogastronomico in cui si potrà degustare vino proveniente dalle cantine partner del progetto e assaggiare street food locale. A impreziosire le serate ci saranno spettacoli teatrali e d’intrattenimento itineranti e performance musicali, street concert a tema natalizio, trampolieri, attori, giocolieri e mangiafuoco. Gli attori della compagnia teatrale “Il Carro del Comici”, attraverso la loro sapiente espressività, daranno vita ai personaggi della fiaba di Pinocchio, facendoci entrare nel Paese dei Balocchi e coinvolgendo grandi e piccini. Cantine di Natale sarà anche un’occasione per fare beneficenza grazie alla casa di Babbo Natale, presente all’interno della manifestazione, per la gioia di tutti i bimbi. Presso l’info Point di Piazza Municipio si potranno acquistare i tickets validi per la degustazione di vino e street food. Un programma che vedrà concerti di alto respiro come quello della Municipale balcanica venerdì 17 dicembre, e la banda di Santa Cecilia con canti di Natale domenica 19 dicembre. Il programma completo sulla pagina fb https://www.facebook.com/cantinedinatale.

Venerdì 17 dicembre uno straordinario Enzo Avitabile, grande rappresentante partenopeo della World music e sensibilissimo artista interprete delle anime del mondo, con i pezzi della sua lunga e fortunata carriera e il suo sax delizierà i lobi degli spettatori del Teatro Auditorium Regina Pacis a partire dalle ore 21,00. Il concerto “Sacro sud”, organizzato da “Frontiere – progetto culturale multimediale”, sarà un viaggio interiore alla ricerca delle radici della spiritualità, un percorso immaginario da Nazareth a Napoli. Il Sud di Avitabile non è inteso come posizione geografica, ma come una fede che vive nella strada, nel popolo, nella realtà di tutti i giorni in sintonia con il grande messaggio di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, che invitava i fedeli ad una preghiera confidenziale e familiare con il Signore. Il cantautore napoletano, infatti, ripercorre i motivi del Santo, attualizzandoli nei contesti sociali odierni, per giungere al Calvario e alla Crocifissione di Cristo, mettendo in risalto i mali ed il dolore del Mezzogiorno, dei tanti Sud e dei popoli sofferenti. Un viaggio nei suoni di ieri e di oggi, con i dialetti, le lingue, i ritmi, le danze, i simboli di appartenenza alle proprie radici, le melodie, le parole, i racconti di vita, le favole ispirate alla lotta per l’esistenza, la fede, le religioni, la magia, le aspirazioni universali. Sempre lo stesso giorno la villa comunale sarà teatro dalle ore 17,00 del Concerto di Natale dei Licei cittadini Einstein e da Vinci in collaborazione con gli studenti dell’istituto Professionale di Stato per i Servizi di Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera e con gli alunni dell’Istituto Comprensivo “San Giovanni Bosco”. I ragazzi saranno affiancati dai cantori dell’Associazione INCO.

Sabato 18 dicembre le vetrine del centralissimo Corso Umberto si animeranno con Vetrine animate a cura dell’Associazione Teatro dei Cipis. La Luce della pace di Betlemme sarà nel Duomo alle ore 18,00 a cura di Masci. Natale è invece nella Basilica Madonna dei Martiri ore 19.30 a cura dell’Associazione Polifonica. Gli artigiani di Molfetta mostreranno manualità, ingegno e creatività con “Valore Artigiano” nella Galleria Patrioti Molfettesi dalle ore 11,00 alle 20,00, a cura della Upsa Confartigianato, in programma anche il concerto degli ‘Njoy “Christmas Songs” alle ore 19,30. Alle ore 20,00, infine, il Concerto pro-Telethon nella Chiesa della Madonna Della Rosa, a cura dell’associazione Musica e Tradizione.

Tanti gli appuntamenti anche per domenica 19 dicembre: Auguri a tutto il Mondo in Piazza Municipio alle ore 18,30 a cura dell’Associazione Molfettesi nel Mondo; il concerto Natale è dell’associazione Polifonica nella Parrocchia S. Achille alle ore 20,00; il Teatro dei Cipis con “Arraiolos…ci ricamiamo su” nella Sala dei Templari alle ore 11,00.

Lunedì 20 dicembre in Cattedrale il Concerto di Natale nel Mondo a cura di Pro Artibus e lo spettacolo teatrale “La Grecìa Perduta” di E. Castagna nella Sala dei Templari alle ore 18,00 con la compagnia Il Carro dei Comici.

Martedì 21 dicembre Arterie Teatro racconterà “Storie tutte d’un fiato” nella Sala dei Templari alle ore 18,00. Sarà Disco novità Natale ad animare l’Auditorium Regina Pacis a cura di Radio Idea. E poi ancora Coro e Orchestra Giovani Europei in Piazza Principe di Napoli alle ore 18,00 a cura di InCo Molfetta.

Si chiude in bellezza la giornata di martedì con il concerto-evento l'”Omaggio a Caruso” di Danilo Rea dalle ore 21,00 in Cattedrale, organizzato dalla Fondazione Musicale ‘Vincenzo Maria Valente’. A cento anni dalla scomparsa e a trent’anni dal capolavoro di Lucio Dalla, l’arte di Enrico Caruso ispira l’omaggio di uno dei pianisti più talentuosi della scena musicale internazionale. Enrico Caruso, pop star ante litteram come lo stesso Rea ama definirlo, rivive nelle note di Rea, impreziosite dalla recitazione della voce narrante Barbara Bovoli. Danilo Rea darà nuova veste a canzoni senza tempo, anima e cuore di un mondo passato ma che ancora oggi sono il simbolo dell’arte italiana nel mondo, come “O’sole mio” o “Core ‘ngrato”. Novanta minuti con l’intento di far conoscere al grande pubblico l’uomo e il personaggio, partito da Napoli per arrivare al Metropolitan di New York e che ha reso l’Italia grande nel mondo con la sua voce potente.