“Elettro Mascarimirì – Music for dancing” per La festa del Terzo Luogo alle Manifatture Knos di Lecce

1

claudio cavallo giagnotti

LECCE – Alle Manifatture Knos di Lecce prosegue “La festa del Terzo Luogo”, ideata, organizzata e coprodotta dall’Associazione Sud Est con il contributo di Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese e Apulia Film Commission, il patrocinio di Provincia e Comune di Lecce e in collaborazione con numerose realtà. Giovedì 23 dicembre alle 21 (ingresso gratuito con Super green pass obbligatorio) appuntamento prenatalizio con “Elettro Mascarimirì – Music for dancing”. Il progetto di Claudio “Cavallo” Giagnotti, con visual a cura di Kasia “Kashu” Kurdziel, intende dare una nuova veste alla musica salentina, che da musica per feste tradizionali si sposta in club e dà vita a eventi innovativi, all’insegna della circolarità che lega “lu Tamburreddhu Salentino” (tamburo a cornice), il vinile e il digitale. Il progetto nasce nel 2020 durante la pandemia per rispondere alla mancanza dei riti collettivi legati alla musica e alla nostalgia della danza. Claudio “Cavallo” Giagnotti ha creato perciò musica per dj e live set, con il preciso intento di sprigionare energia, dando vita a Music for dancing – un intero album di brani capaci di far ballare a tutte le latitudini. Elettro Mascarimirì è frutto di una ricerca sonora basata su ritmi mediterranei sapientemente uniti a suoni moderni, per creare un album dal respiro internazionale. Un mondo sonoro che fa incontrare le musiche del sud Italia con suoni dal mondo: dal Balkan al sud America (Cumbia, Forrò, Calypso), dal Medioriente (Siria, Libano, Giordania) al sud di Francia e Spagna, finendo in Gitanistan, “i mondi della musica Rom Internazionale”. L’album – cantato in dialetto salentino, francese, inglese, arabo e polacco, è prodotto da Claudio “Cavallo” Giagnotti e Arra Produzioni Mediterranee per ItalySona nella programmazione di Puglia Sound Records 2020\2021 della Regione Puglia.

Venerdì 31 dicembre (dalle 20; ingresso 15 euro – ridotto 7 euro; posti limitati e Super green pass obbligatorio; info e prenotazioni 3201111690) alle Manifatture Knos torna il Capodanno popolare con il cenone e la festa El Capodannone di Tobia Lamare. Festeggiare il Capodanno come a casa propria ma con tanti amici in più e con una pista da ballo accanto alla sala da pranzo? Al Knos si può. Una tradizione che finalmente si rinnova per festeggiare all’insegna della ritrovata convivialità. Uno spazio aperto a tutti in cui incontrare vecchi e nuovi amici e festeggiare l’arrivo del nuovo anno in un clima amichevole e festoso, nel rispetto delle norme di sicurezza che il periodo ci impone. Ognuno, in comitiva, in famiglia, in coppia o, perché no, anche individualmente, potrà portare con sé il proprio cenone d’asporto e dissetarsi grazie al Bar Carroponte. Per gli insofferenti alle lunghe attese a tavola, quest’anno ci sarà musica tutta da ballare sin dall’inizio della serata, nel rispetto di chi invece preferirà godersi la cena in tranquillità. Il cenone si fonde infatti con El Capodannone di Tobia Lamare. A mezzanotte il grande brindisi collettivo per poi continuare con le danze fino a chiusura.

Ideata, organizzata e coprodotta dall’Associazione Sud Est – Manifatture Knos in collaborazione con Cinema del Reale/Big Sur, CoolClub, Principio Attivo Teatro, Factory Compagnia Transadriatica, CPK Ciclofficina Knos, Alternata/Bar Carroponte, Krill e Kritica Economica con il contributo di Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese e Apulia Film Commission e il Patrocinio della Provincia di Lecce in partnership con Loxos Concept, MA/IN Festival, OltreMercato Salento, Lobello Records, Università del Salento, Rethinking Economics Italia, Università Bocconi di Milano, IrpiMedia, Organized crime and corruption reporting Project, Manu Manu Riforesta, Sud Est Climbing, Beltango, Accademia di scherma Lecce, CirKnos, Diffondiamo idee di valore, Conversazioni sul futuro, LUA.

Le Manifatture Knos in via Vecchia Frigole a Lecce sono un esperimento culturale e sociale in continuo divenire, nate 15 anni fa dal progetto di riqualificazione di una vecchia scuola di formazione per operai metalmeccanici abbandonata. Il coinvolgimento spontaneo di cittadini, artisti e professionisti, che si sono presi cura di restituire alla città un bene comune, ha dato vita a un centro internazionale di ricerca, formazione e produzione culturale basato sull’autonomia artistica e organizzativa. Lo spazio nel quale sono nate le Manifatture Knos è di proprietà della Provincia di Lecce che lo ha affidato all’associazione culturale Sud Est nel dicembre 2006, sulla base di un progetto culturale condiviso. L’associazione ha guidato il processo di ristrutturazione e di nascita del centro, attivando un progetto urbano che ha visto un largo coinvolgimento della cittadinanza. Molti dei partecipanti a questo percorso hanno ideato e promosso progetti culturali innovativi che li hanno condotti a dare vita a realtà associative che, insieme ad altre già esistenti, portano avanti attività continuative.