“Ego Festival”, dal 19 al 24 settembre 2022 a Taranto

38

Alla quarta edizione dell’evento enogastronomico, dedicato alla formazione professionale nel mondo della ristorazione, parteciperanno dodici chef internazionali

TARANTO – Dal 19 al 24 settembre 2022 si svolgerà a Taranto la quarta edizione di “Ego Festival”, l’evento enogastronomico dedicato alla formazione professionale nel mondo della ristorazione, che nasce  da un’idea della giornalista Monica Caradonna insieme allo chef Martino Ruggieri e per l’edizione 2022 vede la partnership con l’organizzazione internazionale Dinner Incredible che fa capo al cuoco Giorgio Diana.

Dodici grandi chef internazionali parteciperanno all’evento: Egitto, Spagna, Germania, Olanda, Thailandia, Africa e poi ancora Emirati Arabi, Perù, Stati Uniti sono i Paesi, insieme all’Italia, protagonisti di questa edizione.

I partecipanti si incontreranno per condividere riflessioni e nuovi progetti guardando al futuro della cucina mondiale e per dare vita al progetto Dinner Incredible ‘invadendo’ la città dei due Mari per definire la cucina pugliese e tracciare una mappa del gusto che supera i confini nazionali. Gli chef racconteranno la Puglia gastronomica e le aziende, si aggireranno dai trulli alle Gravine, dai vigneti agli uliveti per reperire gli ingredienti principali e dar vita a piatti speciali. Il viaggio e il loro racconto diventerà poi una serie tv di 4 puntate da 30 minuti ciascuna distribuita su Food Network per l’Italia.

“Il tema di questa edizione è la rigenerazione – dichiara la giornalista ed ideatrice di EGO Festival Monica Caradonna – intesa come apertura alla rinascita e al riscatto; è il rinnovamento di un ciclo vitale, è un circuito virtuoso che non distrugge ma ricrea. Il mondo dell’enogastronomia è legato a doppio filo alla terra e alle attività umane e guardare in ottica di rigenerazione significa far rivivere ciò che era obsoleto e farlo tornare ad essere utile e produttivo ancora e ancora”.

“Nella teatralità e spettacolarizzazione che ha assunto la cucina internazionale, vogliamo riprendere e rimarcare dei temi fondamentali: il legame intergenerazionale e la sacralità dei gesti in cucina. – continua Caradonna- Da questo concetto è nato il nuovo visual del Festival, firmato da Nunnari grafiche. Abbiamo così immortalato nella nostra grafica scene di vita (ultraterrena!) nell’atto di avvicinare in modo del tutto enfatico cibo e uomo.  Nella scena, c’è un Bambino che gioca con un mestolo.  Una Madre che lo asseconda. Un gruppo di angeli che partecipa all’azione.  Tolta la parte sacra “stereotipata” è un incredibile passaggio generazionale. Questo concetto è fondamentale poiché sancisce il viaggio intergenerazionale della cucina moderna in un’ottica di futuro in cui la madre viene incoronata con quello che è l’emblema della cucina italiana al mondo, ovvero la pasta, che è simbolo della storia e dell’identità del Bel Paese”.

Le giornate di Ego Festival aperte al pubblico, ai ristoratori, agli studenti, agli appassionati, si terranno dal 22 al 24 settembre.

Giovedì 22 settembre, nelle eleganti sale del Relais Histò, dopo l’apertura dei lavori prevista alle 10 sul tema “Viaggiare in Puglia: itinerari e nuovi linguaggi”, alla presenza di Gianfranco Lopane, Assessore al Turismo della Regione Puglia, Rinaldo Melucci, Sindaco di Taranto, Sergio Prete – Presidente Autorità Portuale, Angelo Mellone – Vicedirettore RAI 1, Marzia Varvaglione – Marketing manager Azienda Varvaglione1921 e Leo Piccinno – Presidente del Distretto Agroalimentare di Qualità Jonico-Salentino, si darà il via alla serie di cooking class in cui gli chef stranieri daranno la loro interpretazione delle materie prima pugliesi scoperte nel viaggio attraverso i quattro itinerari del gusto. La contaminazione tra culture diverse, la scoperta di gusti e storie così distanti, daranno vita a uno storytelling nuovo e diverso della Puglia enogastronomica e dei suoi prodotti enogastronomici.

Sempre venerdì 23 settembre, il Relais Histò aprirà le sue porte ad una cena iconica, irripetibile. Per la prima volta Dinner Incredible arriva in Italia dopo al fortunata edizione a Bangkok: i cuochi da tutto il mondo interpreteranno le materie prime scoperte in Puglia un’occasione per deliziare i palati degli amanti del buon cibo e regalare un piatto unico (biglietti www.egofestival.it).

Focus importante sarà poi la regina indiscussa di Taranto, la cozza nera che quest’anno è diventata presidio Slow Food. Il taglio Pop di Ego Festival sarà legato alla prima edizione di “Cozza in the City”, la celebrazione della cozza tarantina.

Sabato 24 settembre sulla rotonda della Capannina della Villa Peripato, saranno coinvolti cuochi pugliesi che si confronteranno tra loro, studiando e creando dei piatti in cui la “cozza” sarà la protagonista assoluta di una festa. Una giornata all’insegna del gusto, che prevede degustazioni, musica, intrattenimento, ma anche momenti dedicati alla conoscenza della cozza tarantina. Protagonisti anche gli stand dei cuochi e stand di cantine vinicole e aziende olearie rigorosamente pugliesi individuate dal progetto Radici Virtuose, il programma di promozione finanziato dal Mipaaf, volto al rilancio dei prodotti e del paesaggio jonico salentino. Il progetto vede coinvolti il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, il Consorzio di Tutela dei Vini Doc Brindisi e Squinzano, il Consorzio del Salice Salentino Doc, il Consorzio dell’Olio di Puglia Igp e il DAJS – Distretto Agroalimentare di qualità Jonico Salentino.

L’ingresso gratuito e la consumazione è facoltativa( sarà possibile acquistare i ticket di degustazione sul posto). Un vera festa in cui tutti potranno vivere la magia dei trampolieri e degli artisti di strada al ritmo della musica della Banda Risciò che arriva a Taranto con tutti i suoi artisti.

La Giuria

Presieduta da Margo Schachter di La Cucina Italiana e Vanity Fair, Luciano Pignataro fondatore dell’omonimo blog e capo della pagina del gusto de Il Mattino di Napoli, Camilla Rocca per Sale e Pepe, Carolina Pozzi per Food & Wine, Danilo Giaffreda La Guida dell’Espresso, Mara Battista per Pugliosità, Sandro Romano Italia a Tavola.

Il progetto è realizzato grazie all’intervento di partner istituzionali quali Regione Puglia, i comuni di Taranto, Martina Franca e Laterza, Programma Sviluppo, Autorità Portuale di Taranto, e grazie all’intervento di partner privati quali l’azienda vinicola Varvaglione1921 e Radici Virtuose, Ferrarelle, Roboqbo, Longino& Cardenal, la Bcc di San Marzano di San Giuseppe, Ninfole1921, Bertos Cucine partner dei più grandi cuochi.

Per info: www.egofestival.it