Due salentini fra i 50 docenti eccellenti finalisti all’Italian Teacher Prize

152

La finalità del Premio è di individuare l’insegnante migliore capace di trasmettere il sapere e la passione per lo studio ai suoi studenti

logo comune LecceLECCE – Italian Teacher Prize, com’è noto, è il Premio Nazionale Italiano, gemellato con il Global Teacher Prize la cui finalità è di individuare l’insegnante migliore capace di trasmettere il sapere e la passione per lo studio ai suoi studenti in maniera innovativa, a dispetto delle difficoltà e della scarsità di mezzi.

Il Premio nazionale è volto a valorizzare il ruolo strategico che i docenti rivestono nella vita dei giovani, cittadini del futuro.

Il Premio è ormai in fase avanzato, in quanto sono state già presentate e vagliate le candidature e le auto candidature.

Secondo quando indicato dall’apposita nota ministeriale, infatti, una prima selezione è stata effettuata in base alle domande poste nella scheda di adesione che i docenti, auto candidati o indicati da terzi, hanno compilato inviato. Tramite questa prima selezione, sono stati individuati 50 finalisti, tra i quali verranno poi selezionati da una Giuria Nazionale i 5 docenti che saranno premiati. (da OrizzonteScuola)

www.italianteacherprize.it/site/it/finalisti/

Anna Alemanno
Istituto Superiore (St.) Amedeo Voltejo Obici – Oderzo
Daniela Ambrosi
Liceo Scientifico G. Galilei – Perugia
Roberto Antiga
I.C. n. 6 – La Spezia
Dianora Bardi
Liceo Scientifico Filippo Lussana – Bergamo
Annamaria Berenzi
I.I.S. Castelli – Brescia
Elia Bombardelli
Arcivescovile Dame Inglesi – Rovereto
Serafino Caloi
IC Tregnago Badia Calavena – Tregnano
Riccardo Canesi
I.I.S. D. Zaccagna – Carrara
Gaia Capecchi
Scuola Secondaria I grado F. M. Zanotti – Bologna
Lorella Carimali
Liceo Scientifico Vittorio Veneto – Milano
Rossana Cavaliere
I.S.I.S. Gramsci Keynes – Prato
Teresa Cecchi
I.T.I.S. G. e M. Montani – Fermo
Luca Chiesi
I.I.S. Silvio D’Arzo – Montecchio Emilia
Paolo Cutini
Convitto Nazionale Regina Elena – Anagni
Alessandra D’Epiro
IPSSEOA Marco Gavio Apicio – Anzio
Daniela Di Donato
I.C. Parco della Vittoria – Roma
Anna Rita Di Paolo
I.C. Tivoli IV Vincenzo Pacifici – Lanciano
Gianluca Farusi
I.T.I.S. G. Galilei – Avenza
Daniela Ferrarello
IPSSAR Karol Wojtyla – Catania
Lara Ferrari
I.C. Polo 2 – Veglie
Marco Ferrari
Liceo M. Malpighi – Bologna
Damiano Folli
S. M. S. T. Franchini – Sant’Arcangelo di Romagna
Consolata Maria Franco
Istituto Penale Minorile – Nisida
Alessandra Frigerio
Liceo Classico G. Carducci – Milano
Antonio Fundarò
I.C. Carini Guttuso Villagrazia Guttuso – Carini
Massimo Gallorini
I.T.I.S. G. Galilei – Arezzo
Federica Garzetti
Collegio Arcivescovile Celestino Endrici – Trento
Dario Gasparo
I.C. Valmaura – Trieste
Laura Giovanna Giovine
Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci – Reggio Calabria
Sabrina Innocenti
Liceo Ginnasio Statale Umberto I – Napoli
Daniele Manni
I.I.S.S. Galilei-Costa – Lecce
Elisa Mariottini
I.I.S. Campus dei Licei M. Ramadù – Cisterna
Paola Massalin
I.C. Calamandrei – Firenze
Giuseppe Paschetto
I.C. – Valle Mosso
Anna Pascucci
Liceo Scientifico G. Salvemini – Sorrento
Maria Stella Perrone
I.I.S. A. Castigliano – Asti
Armando Persico
I.T.C. San Paolo – San Paolo d’Argon
Francesco Pugliese
Liceo F. Filzi – Rovereto
Amelia Ravallese
Liceo E. Pestalozzi – San Severo
Andrea Rosati
I.I.S. “Virginio Bonifazi” – Civitanova Marche
Maria Lina Saba
I.T.C.G. E. Fermi – Pontedera
Lucia Santarsiero
I.I.S. G. Gasparini – Melfi
Flavio Scaglione
IPSSAR Sonzogni – Nembro
Remo Scavello
I.T.I. A. Monaco – Cosenza
Antonio Silvagni
I.I.S. Leonardo Da Vinci – Arzignano
Paola Spinelli
I.C. Sinopoli Ferrini – Roma
Francesco Paolo Tanzj
I.S.I.S. G. N. D’Agnillo – Agnone
Mariangela S. Testa
Liceo Scientifico G. Galilei – Catania
David Toro
Liceo Scientifico Severi – Frosinone
Domenico Villani
I.I.S. A. Sacco – Sant’Arsenio

Al primo classificato, ossia al miglior docente italiano, verrà assegnato un premio di 50.000 euro, destinato alla scuola in cui opera per la realizzazione di attività e progetti promossi e coordinati dagli insegnanti premiati.

Agli altri quattro docenti finalisti andrà un premio di 30.000 euro ciascuno, anch’esso destinato alla scuola in cui operano per le finalità suddette.