Davide Suriano torna alle World Series of Poker: il player di Andria cerca il bis in America

105

ANDRIA – In tutta in Italia e nella quasi totalità dell’Europa, il popolo sportivo attende con ansia i mesi estivi, che quest’anno coincideranno con gli Europei di calcio che si svolgeranno in Francia. Il nostro paese è popolato da una folta schiera di appassionati del pallone, che durante le partite della Nazionale diventano ancora più numerosi, in nome di uno spirito patriottico che purtroppo si manifesta spesso solo in concomitanza delle partite di calcio.

L’estate però non sarà solo a sfondo calcistico, soprattutto per un ragazzo di Andria, che nella vita ha scelto di dedicarsi a uno sport particolare, che da molti non viene nemmeno considerato tale, ma che proprio durante i mesi estivi vede disputarsi la manifestazione più importante del settore, nella città simbolo del gioco: il personaggio in questione è Davide Suriano, giocatore professionista di poker sportivo, nonché già campione del mondo due anni fa in una delle specialità di questa disciplina.

Davide Suriano ipt
foto: PokerStars.it

Per chi non lo avesse mai sentito nominare, facciamo brevemente il punto della situazione e proviamo a spiegarvi chi è Suriano e cosa fa nella vita. Nato ad Andria nel 1989, Suriano incontra il poker Texas Hold’em in età precoce e già intorno ai 21 anni è uno dei nomi conosciuti dell’ambiente. Certo, spesso in molti lo conoscono con il suo nickname “zizinhooo”, con il quale si mette in mostra sui tavoli di PokerStars, la più importante poker room che opera in Italia e si specializza in particolar modo nella variante Hold’em e nella modalità Heads up, ovvero nelle partite uno contro uno.

Dopo aver macinato mani su mani giocate nel gioco online, Suriano decide di provare a confrontarsi anche con il gioco live e nel 2011 ottiene il suo primo piazzamento dal vivo in un torneo disputatosi a Nova Gorica, guadagnando di fatto i suoi primi €1.300 “di persona”. Qualche mese dopo bissa il piazzamento a premio anche a Saint-Vincent, altro luogo storico dell’ambiente pokeristico, ottenendo però un premio più cospicuo del valore di €25.000, frutto del 3° posto finale.

Negli anni successivi Suriano continua la sua carriera dividendosi tra poker online e eventi dal vivo, nei quali comunque continua a togliersi delle soddisfazioni importanti, diventando un giocatore rispettato e conosciuto. Tra i vari posti d’onore, vale la pena citare quello che ha ottenuto a Campione d’Italia, dove giocando un ottimo poker riesce ancora una volta a portarsi sul podio, questa volta sul secondo gradino, e raggranellando oltre €60.000.

Ma per un giocatore che inizia a entrare nel pieno della sua maturità pokeristica, serve una vittoria che gli dia la consapevolezza di essere arrivato a un livello tale da poter competere ai livelli più alti, un colpo che generi in lui quella fiducia nelle proprie capacità che serve ai giocatori di poker sportivo per prendere decisioni importanti mentre giocano. Tra le tante opzioni a disposizione il pugliese decide di “farla grossa” e si presenta alle World Series of Poker di Las Vegas, una sorta di Coppa del Mondo del mondo del poker, nella quale ogni anno i migliori player di tutto il mondo si sfidano per entrare nella storia.

Il 19 giugno del 2014 però è Davide Suriano a entrare nella storia, vincendo il suo primo braccialetto WSOP, il massimo trofeo al quale un giocatore di poker possa aspirare, proprio in un evento di Texas Hold’em Heads-up. Questa modalità di gioco viene considerata una delle più tecniche e richiede una grande preparazione mentale, a causa del ritmo di gioco e del fatto che ci si misura con un solo avversario per volta. L’andriese però conquista gli States e si porta via ben $335.553, di gran lunga il miglior risultato della sua vita sia dal punto di vista finanziario che sportivo.

Se pensate che Suriano si sia poi seduto sugli allori vi sbagliate, perché nonostante un colpo che sistemerebbe per la vita moltissimi giocatori, “zizinhooo” non ha mollato di un centimetro e a ottobre dello stesso anno ha rischiato di vincere anche l’Italian Poker Tour di Nova Gorica, scivolando solo nel finale contro Igor Saia. Per lui comunque altri €40.000 che hanno completato un’annata da sogno.

Davide SurianoIl braccialettato ha deciso di concentrarsi poi prevalentemente nel gioco online, trasferendosi a Londra e dedicandosi alla competizione internazionale (in Italia si può giocare solo contro giocatori residenti nel nostro Paese), mietendo ancora grandi successi: per adesso occupa il 3° posto della Leaderbord 2016 della classifica dei S it and Go, dove ha ottenuto già oltre $80.000 di guadagno in appena 3 mesi, visto che il pugliese si è concesso un mese di pausa per tornare più aggressivo che mai: “”È stato un bel mesetto senza di me? Adesso vi riprendo, tranquilli. Sono terzo in classifica con la metà dei games del primo e un quinto del secondo!” ha fatto sapere Suriano tramite il suo account di Facebook.

Il richiamo di Las Vegas però è troppo forte e Suriano tornerà in America alla fine di maggio per misurarsi ancora una volta con i migliori giocatori del mondo. Per lui quest’anno sono in programma ben 29 eventi, tra cui i suoi pezzi forti ma anche qualche novità, come le varianti del Texas Hold’em, ovvero il Ruzz e l’Omaha.

Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a Davide Suriano, che nonostante la sua nuova dimensione internazionale, non ha mai dimenticato la sua Andria, portandola anche a Las Vegas.