Coronavirus in Puglia, dati del 20 maggio: +386 nuovi positivi

27

coronavirus giovedì

Il bollettino di giovedì 20 maggio 2021: scendono a 34.205 i casi positivi al Covid-19 in regione, 30 decessi

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per giovedì 20 maggio 2021. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino della giornata a cura della Regione Puglia sulla base degli ultimi dati comunicati quindi spazio alle notizie sulla campagna vaccinale.

In Puglia, sono stati registrati 8.679 test per l’infezione da Covid-19 Coronavirus e sono stati registrati 386 casi positivi: 81 in provincia di Bari, 43 in provincia di Brindisi, 61 nella provincia BAT, 85 in provincia di Foggia, 84 in provincia di Lecce, 31 in provincia di Taranto, 1 caso di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 30 decessi: 9 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 5 in provincia BAT, 1 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.415.076 test.

  • 207.173 sono i pazienti guariti.
  • 34.205 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 247.720 così suddivisi:

  • 93.840 nella Provincia di Bari;
  • 24.803 nella Provincia di Bat;
  • 18.902 nella Provincia di Brindisi;
  • 44.348 nella Provincia di Foggia;
  • 25.937 nella Provincia di Lecce;
  • 38.722 nella Provincia di Taranto;
  • 790 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 378 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 20.5.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/liPEh.

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE IN PUGLIA AL 19 MAGGIO

Andiamo a vedere le ultime informazioni sulla campagna vaccinale secondo quanto riferito dal Portale Regione Puglia. “Le Asl stanno facendo un lavoro capillare per contattare i pugliesi più fragili che non hanno ricevuto il vaccino. Sebbene sia una piccolissima percentuale, è nostra cura cercarli uno per uno. La Puglia sta dimostrando di avere la più alta capacità vaccinale in Italia, siamo sopra la media nazionale su tutte le fasce prioritarie per età e fragilità” dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco.

Una conferma del lavoro in corso è arrivata ieri anche dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid che in una nota alla stampa ha scritto che “La Regione Puglia, come altre Regioni italiane, ha iniziato con qualche difficoltà ma allo stato attuale è tra le primissime Regioni nella fascia over 80, prima nella fascia over 70 e anche sui fragili sta facendo un buon lavoro. Andiamo avanti così”.

Con il 97,5% delle dosi somministrate rispetto a quelle consegnate la Puglia è al primo posto in Italia per capacità vaccinale (fonte portale del Governo ore 10.30 del 19 maggio 2021). Sono 1.954.497 le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia (dato aggiornato alle ore 16 del 19 maggio 2021). Il 34,4% della popolazione totale pugliese ha ricevuto la prima dose, sopra la media nazionale che è del 33,1%.

Le percentuali di persone vaccinate per fasce di età sono:

  • 1 dose over 80 anni Puglia al 92,4% (dato Italia: 90,1%)
  • 1 dose 70-79 anni Puglia al 86% (dato Italia: 78,6%)
  • 1 dose 60-69 anni Puglia al 69% (dato Italia: 60,7%)

Per le fasce in via di prenotazione sui canali della Regione (sito web, numero verde e Farmacup) in corso dalle 14.00, oggi (1974-1977), risultano 15.800 prenotazioni, che comunque continuano. Sono in corso di consegna nelle farmacie ospedaliere in queste ore 156.230 dosi di vaccino Pfizer.

ASL BARI

Dal monitoraggio giornaliero effettuato dal nucleo aziendale vaccini della Asl di Bari, è emerso che sono 33.186 i soggetti fragili ad aver già ricevuto la prima dose di vaccino, pari all’87 per cento della categoria. Dall’inizio della campagna vaccinale ad oggi sono state eseguite in totale 405.576 somministrazioni nei centri Asl e si è raggiunto il 35% di copertura con almeno una dose della popolazione residente in provincia di Bari. Ottimo anche il dato sulla città di Bari dove il 39% dei cittadini ha ricevuto la prima dose di vaccino.

ASL BRINDISI

Nella Asl di Brindisi ieri sono state oltre 3.000 le somministrazioni di vaccino anti Covid, mentre ieri erano in programma circa 3.500 vaccinazioni. L’Ufficio Cup, nella sede della Direzione generale, ha verificato i dati dei soggetti fragili individuati dalla Regione e non ancora vaccinati. Alcuni di questi risultano già prenotati ed è stata compilata una nuova lista. Per quanto riguarda le seconde dosi dei vaccini Pfizer e Moderna (a Rna messaggero), programmate a 35 giorni dalla prima e non più a 21-28 giorni, le persone che sono state vaccinate dal 10 maggio in poi hanno già ricevuto la comunicazione della data. La variazione riguarda anche coloro che avevano la prenotazione della seconda dose programmata dal 17 al 31 maggio, in particolare fragili, sanitari, persone con patologie rinviate nelle giornate in cui era disponibile solo AstraZeneca. Per informare gli utenti della variazione dell’appuntamento sono in corso chiamate da parte degli operatori della Asl.

ASL BT

Anche la Asl Bt sta procedendo con l’analisi di dettaglio di tutti i pazienti fragilissimi che non hanno ancora ricevuto il vaccino: i dati sono stati estrapolati per essere forniti ai medici di medicina generale per un contatto diretto e una verifica puntuale.

“Abbiamo fatto estrazione dei dati e ci conforta sapere che si tratta di numeri esigui – ha detto Alessandro Delle Donne, Commissario straordinario Asl Bt – per agevolare il lavoro dei medici di famiglia, impegnati nella vaccinazione proprio dei soggetti fragili, daremo elenchi già elaborati in maniera tale che possano procedere facilmente con il richiamo o con la segnalazione delle motivazione della mancata vaccinazione”.

Intanto nel primo pomeriggio di ieri sono arrivate 14.040 dosi di vaccino Pfizer alle quali, da programma, si aggiungeranno altre dosi di vaccino Moderna nel fine settimana. In tutti gli hub e in tutti i centri vaccinali continua la somministrazione delle prime e delle seconde dosi come da programma.

ASL FOGGIA

Continua la ricognizione di tutte le persone estremamente vulnerabili e di quelle di età superiore a 60 anni che non risultano ancora vaccinate. Sono 303.587 le dosi somministrate in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale. Di queste, 209.773 sono le prime dosi, 93.814 le seconde dosi.

“Stiamo facendo un lavoro certosino – dichiara il direttore generale Vito Piazzolla – chiamando ogni singola persona, grazie anche al contributo dei medici di medicina generale e delle amministrazioni comunali. Il nostro obiettivo è sensibilizzare queste persone a vaccinarsi in modo da completare, nel più breve tempo possibile e comunque entro il 31 maggio, la vaccinazione di queste categorie prioritarie”.

Nella giornata di martedì, dedicata alla vaccinazione senza prenotazione delle persone affette da malattie rare, presso i centri vaccinali di San Severo, Manfredonia e Cerignola hanno ricevuto la prima dose 40 dei 99 pazienti non ancora vaccinati in carico alla ASL Foggia.

Le restanti persone saranno contattate dai Distretti per organizzare la seduta vaccinale entro il 31 maggio. Nel dettaglio: sono 37.516 le persone estremamente vulnerabili che hanno ricevuto la prima dose e 17.284 che hanno fatto anche la seconda somministrazione. Vaccinati con la prima dose anche 13.294 caregivers/familiari conviventi; in 6.432 hanno ricevuto anche la seconda. Le persone ultraottantenni che hanno ricevuto la prima somministrazione sono 36.903; di queste, 32.287 hanno ricevuto anche la seconda dose. Inoltre: hanno ricevuto la prima dose di vaccino 46.608 persone di età compresa tra 79 e 70 anni e di queste 12.183 anche la seconda. Hanno ricevuto la prima dose 53.709 persone di età compresa tra 69 e 60 anni e, di queste, 13.312 hanno ricevuto anche la seconda dose.

Hanno ricevuto la prima dose anche 34.461 persone di età compresa tra 59 e 50 anni e, di queste, 14.314 hanno fatto la seconda somministrazione. Hanno concluso il ciclo vaccinale 7.586 operatori scolastici su un totale di 15.740 che hanno ricevuto la prima dose e 453 appartenenti alle forze dell’ordine su 3.245 che hanno ricevuto la prima dose. Vaccinate anche 21 donne in gravidanza. I medici di medicina generale hanno somministrato, ad oggi, 81.622 dosi di vaccino di cui 13.365 a domicilio.

ASL LECCE

Continua il lavoro di ricognizione e verifica dei pazienti fragili non ancora vaccinati in ASL Lecce. Si sta provvedendo a contattare, tramite i rispettivi Medici di medicina generale, i 1282 cittadini con meno di 80 anni in Adi, Adp e in altre forme di assistenza domiciliare e i 1958 con più di 80 anni in Adi, Adp e in altre forme di assistenza domiciliare non ancora vaccinati. Prosegue la campagna di vaccinazione antiCovid negli hub, nei centri sanitari e da parte dei medici di medicina generale: circa 5.500 le vaccinazioni effettuate nella giornata di martedì.

ASL TARANTO

Continua la campagna vaccinale in Asl Taranto con il raggiungimento di 280mila dosi inoculate. Sono infatti 194mila le persone che hanno ricevuto la prima dose, mentre oltre 86mila hanno completato il ciclo di vaccinazione. Al fine di completare la vaccinazione per i fragilissimi, la ASL Taranto ha posto in essere un sistema di collaborazione con i medici di medicina generale “Con la collaborazione dei medici di famiglia – ha affermato il Direttore Generale Stefano Rossi – ci siamo attivati per ricontattare coloro i quali non sono ancora stati vaccinati e raggiungerli nel minore tempo possibile”.

Per quel che riguarda, invece, la vaccinazione delle persone non in condizione di fragilità, ha ottenuto grande successo la possibilità data ai cittadini over50 non in condizioni di fragilità di accedere alla vaccinazione senza appuntamento ma presentandosi semplicemente presso gli hub vaccinali da lunedì fino a oggi. In totale, nella giornata di ieri, tra gli hub le vaccinazioni a cura dei medici di medicina generale, sono state somministrate oltre 4.300 dosi di vaccino, con 3mila prime dosi e 1.300 seconde dosi. Ieri mattina, invece, negli hub vaccinali dell’intera provincia sono state somministrate 1.441 dosi di vaccino, così distribuiti: a Taranto 335 presso la SVAM e 273 al PalaRicciardi; 209 dosi a Martina Franca, 117 dosi a Grottaglie, 132 dosi a Manduria, 211 dosi a Massafra, 164 dosi presso l’hub di Ginosa.