Coronavirus Puglia, dati del 16 aprile: +1.537 nuovi positivi

20

coronavirus covid-19 venerdì

Il bollettino di venerdì 16 aprile 2021: scendono a 51.594 i casi positivi al Covid-19 in regione, 50 decessi

REGIONE – Nuova giornata di informazione da Puglianews24.eu sulla situazione dell’emergenza Coronavirus in Regione per venerdì 16 aprile 2021. Andiamo a vedere di seguito i dati del bollettino della giornata a cura della Regione Puglia quindi spazio alle notizie sulla campagna vaccinale.

In Puglia, sono stati registrati 13.399 test per l’infezione da Covid-19 Coronavirus e sono stati registrati 1.537 casi positivi: 562 in provincia di Bari, 97 in provincia di Brindisi, 119 nella provincia BAT, 266 in provincia di Foggia, 161 in provincia di Lecce, 328 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 50 decessi: 22 in provincia di Bari, 5 in provincia BAT, 10 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati complessivamente 2.061.325 test.

  • 160.424 sono i pazienti guariti.
  • 51.594 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 215.891 così suddivisi:

  • 84.386 nella Provincia di Bari;
  • 21.142 nella Provincia di Bat;
  • 15.920 nella Provincia di Brindisi;
  • 39.668 nella Provincia di Foggia;
  • 21.122 nella Provincia di Lecce;
  • 34.130 nella Provincia di Taranto;
  • 727 attribuiti a residenti fuori regione;
  • 333 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 16.4.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/BQ1Ec.

IL PUNTO SULLA CAMPAGNA VACCINALE IN PUGLIA AL 15 APRILE

Andiamo a vedere le ultime informazioni sulla campagna vaccinale secondo quanto riferito dal Portale Regione Puglia. Le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia sono 870.638 (dato aggiornato alle ore 16 del 15 aprile 2021). Aperta da oggi, venerdì 16 aprile, la vaccinazione con Astrazeneca dei cittadini pugliesi senza fragilità alla doppia annualità dei nati nel 1948 e 1949, quindi dei 73enni e 72enni.

Si prosegue poi in questo ordine:

  • Sabato 17 aprile: 71enni e 70enni;
  • Domenica 18 aprile: 69enni.

Si va avanti sino ad esaurimento dei vaccini disponibili.

Resta sempre confermato l’appuntamento per chi ha effettuato l’adesione sul sistema “La Puglia ti vaccina”, che avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati.

Asl Bari. Prosegue senza sosta la campagna vaccinale, in particolare negli Hub di popolazione. Alle ore 18 di ieri sono state somministrate 800 dosi – sulle 2.600 totali – solamente nell’Hub Fiera del Levante, dove le vaccinazioni si stanno svolgendo regolarmente per le fasce d’età in programma (74 e 75 anni) e con tempi d’attesa ridotti, tra gli 8 e i 10 minuti, mentre nella giornata di ieri sono state eseguite complessivamente 9.252 iniezioni di vaccino anti-Covid 19.

Crescono i risultati prodotti dalla sinergia tra ASL e medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. La somministrazione di vaccini a domicilio ha raggiunto ieri quota 6.355 dosi, mentre quella nelle sedi messe a disposizione dalla ASL ha toccato le 2.171, per un totale di 8.526 vaccini somministrati a over 80 (deambulanti e non), soggetti fragili, vulnerabili per patologia e caregiver a cura dei medici di famiglia. Nella sola giornata di mercoledì sono state eseguite 1.056 somministrazioni. Dall’inizio della campagna vaccinale, nelle strutture del territorio della ASL Bari, sono state somministrate 289.942 dosi di vaccino, di cui 93.768 destinate a over 80 e  28.256 alla fascia d’età 70-79 anni.

Al Policlinico di Bari sono state somministrate complessivamente oggi circa 500 dosi di vaccino. Negli ambulatori dell’ospedale pediatrico sono stati vaccinati 41 pazienti di età superiore ai 16 anni affetti da malattie metaboliche e malattie genetiche mentre nel centro del Policlinico di Bari è toccato a pazienti ematologici, affetti da malattie croniche intestinali e da malattie rare reumatologiche. In ambienti protetti gestiti dal personale della clinica di Malattie infettive, inoltre, sono iniziate le vaccinazioni delle persone Hiv positive.

Asl Bt. Sono 1.794 le vaccinazioni registrate alle 17 di ieri ed effettuate negli hub e in sedi spoke nei comuni più piccoli. È cominciata ieri anche la vaccinazione dei pazienti oncoematologici afferenti al servizio di Oncoematologia di Trani mentre continua senza sosta a Barletta la vaccinazione dei pazienti oncologici. Oggi saranno vaccinati a Barletta i pazienti oncoematologi afferenti alla unità operativa di Ematologia. A Trani invece presso il palasport,  oggi e domenica per tutto il giorno, saranno vaccinati i pazienti con malattie rare e i loro conviventi o caregiver.

Asl Foggia. Nei Punti Vaccinali di Popolazione della ASL Foggia, da ieri mattina sino alle ore 13,30, sono state somministrate circa 1.600 dosi. Le operazioni continuano. Ieri, oltre ai Punti Vaccinali di Popolazione, sono in corso sedute straordinarie direttamente in loco nei comuni di Rocchetta Sant’Antonio, Motta Montecorvino, Stornara dove le unità vaccinali della ASL stanno somministrando le seconde dosi alle persone ultraottantenni e le prime dosi alle persone di età compresa tra 70 e 79 anni. Presso l’ospedale di San Severo, ieri, hanno ricevuto la prima dose di vaccino 21 pazienti oncologici. Presso l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo sono stati vaccinati oggi 21 pazienti oncologici, 46 ematologici e 5 loro familiari conviventi. La giornata di mercoledì si è conclusa con la somministrazione di 4735 dosi su tutto il territorio provinciale.

Dato generale. Ad oggi, in provincia di Foggia, sono state somministrate in tutto 144.516 dosi di vaccino di cui 100.089 prime dosi e 44.427 seconde dosi. Gli ultraottantenni che hanno ricevuto la prima dose sono in tutto 31.988, di questi hanno fatto anche la seconda somministrazione 23.201. Le persone di età compresa tra 70 e 79 anni che hanno ricevuto la prima dose sono 12.598. Hanno ricevuto la prima dose anche 8.104 persone estremamente vulnerabili e con disabilità grave e 4.604 caregivers.

Policlinico Riuniti di Foggia: Da lunedì 12 aprile sono state vaccinate 950 persone: 290 con condizioni di estrema vulnerabilità, 190 conviventi di pazienti ad alto rischio, 300 adulti di 60 anni di età e più. Continua presso il Poliambulatorio vaccinale dell’UOC Igiene del Plesso D’Avanzo in viale degli Aviatori l’offerta del vaccino Vaxzevria (precedentemente denominato AstraZeneca) a tutti i nati tra il 1942 e il 1961, anche se non hanno confermato l’adesione alla vaccinazione prenotata in precedenza, sino ad esaurimento delle dosi disponibili.

Asl Taranto. Nei diversi punti vaccinali, nel pomeriggio di mercoledì, hanno ricevuto la prima dose di vaccino complessivamente 1.221 persone, appartenenti alle categorie previste dal piano vaccinale: 293 presso l’Istituto Renato Moro di Taranto, 228 nell’hub di Martina Franca, 219 a Manduria, 189 a Ginosa, 252 a Grottaglie, 40 a Mottola. Hanno invece ricevuto la seconda dose 30 persone, presso l’ambulatorio vaccinale di Avetrana. Nella mattinata di ieri, invece, sono state somministrate 917 prime dosi nei diversi hub della provincia, e precisamente: 368 presso la Scuola Volontari Aeronautica Militare di Taranto, 123 presso il Palaricciardi a Taranto, 191 presso l’hub di Martina Franca, 235 all’hub di Massafra. Sempre ieri mattina, hanno ricevuto la seconda dose 655 persone: 181 al Palaricciardi, 71 all’hub di Martina Franca, 189 all’hub di Massafra, 58 presso la scuola “Marugj” di Manduria, 84 presso l’ambulatorio vaccinale di Sava, 72 all’ambulatorio di Maruggio. Complessivamente, dall’inizio della campagna vaccinale sono state somministrate oltre 117 mila dosi di vaccino. Hanno ricevuto almeno una dose oltre 83 mila persone, pari a circa il 14,8% della popolazione residente in provincia di Taranto (in Italia, ha ricevuto la prima dose di vaccino meno del 10% della popolazione complessiva), mentre hanno ricevuto anche la seconda dose oltre 34 mila persone (circa il 6,0% della popolazione, dato di poco inferiore a quello nazionale).

Asl Brindisi. Sono 2.021 le dosi somministrate mercoledì a persone con meno di 80 anni nei punti vaccinali della Asl. Ieri alle 16, invece, erano 1.725 le somministrazioni riservate a cittadini di 74 e 75 anni di età. Domenica 18 aprile proseguiranno le vaccinazioni a domicilio dei pazienti estremamente vulnerabili non deambulanti affidate ai medici di medicina generale. Le vaccinazioni domiciliari dei medici di famiglia sono già state avviate nelle scorse settimane con 4.630 dosi somministrate. Le vaccinazioni dei medici di famiglia, compatibilmente con la disponibilità delle dosi, continueranno anche negli studi e nei punti vaccinali, secondo il piano  regionale. I medici di medicina generale, in queste ore, stanno completando le liste dei pazienti estremamente vulnerabili per poter concludere la campagna vaccinale, come da accordi con la Direzione strategica della Asl. I medici di famiglia, inoltre, hanno optato tra la vaccinazione nel proprio studio, nel rispetto delle regole di sicurezza richieste dall’emergenza Covid, e la vaccinazione nei centri territoriali o negli hub allestiti sul territorio.

Asl Lecce. Si intensifica l’attività nei 12 Punti vaccinali di popolazione per i cittadini con meno di 80 anni. Oltre 5.000 gli under 80 vaccinati nella giornata di ieri. Proseguono le vaccinazioni degli over 80 con prime e seconde dosi: sono 41.074 gli ultraottantenni a cui è stato somministrato il vaccino, tra questi 25.352 hanno completato la vaccinazione. Aumentano le vaccinazioni domiciliari e ambulatoriali dei medici di medicina generale: 6.500 le dosi somministrate fino ad oggi. Prosegue la vaccinazione dei pazienti fragili: 330 i pazienti trapiantati e 9.508 i pazienti con malattie del sistema circolatorio vaccinati finora.