Coronavirus, aggiornamento sulla situazione nel territorio di Castellana Grotte

19

il palazzo comunale di castellana grotte si tinge di rosa

I dettagli

CASTELLANA GROTTE (BA) – Sono sempre tre i casi confermati di positività al coronavirus registrati sino ad ora nel territorio di Castellana Grotte. I primi due sono posti in isolamento presso le proprie abitazioni e seguono le Indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità. Le loro condizioni di salute sono buone e l’ASL Bari, come è noto, ne ha disposto la sorveglianza attiva per appurare giornalmente lo stato fisico generale. Il terzo caso rimane ricoverato presso il centro Covid-19 dell’Ospedale Generale Regionale Miulli di Acquaviva delle Fonti. L’equipe medica specializzata del nosocomio sta seguendo costantemente le sue condizioni di salute.

Il Sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo è in costante contatto con le autorità sanitarie per gli aggiornamenti circa le condizioni di salute dei tre concittadini. Nella giornata di ieri il primo cittadino è stato raggiunto telefonicamente dal Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Monopoli Emanuele D’Onofrio il quale ha garantito il massimo supporto anche sul territorio di Castellana Grotte con controlli costanti con pattuglie, posti di blocco e agenti in borghese.

Prosegue anche l’attività del Comando di Polizia Locale che nella giornata di ieri, in ottemperanza alle disposizioni del Ministero della Salute, ha recintato la Villa Comunale e l’annesso Parco Giochi. Sempre in ottemperanza alle stesse disposizioni rimarrà chiuso anche lo Spazio Sociale Integrato, area ludica per bambini, del Palazzo Dell’Erba. Nel corso della giornata odierna la Polizia Locale ha denunciato altre tre persone e ha effettuato controlli in nove attività produttive per verifiche circa il rispetto delle disposizioni per il contenimento del coronavirus.

Si ricorda che in caso di necessità cittadini possono continuare a contattare il COC e la Polizia Locale al numero 080/4965014 per ragioni legate alla pubblica sicurezza e per l’accesso ai servizi offerti dal Centro Operativo Comunale della Protezione Civile e destinati a soggetti soli, immunodepressi o posti in quarantena (beni di prima necessità a domicilio, servizio di accompagnamento animali domestici).